lunedì 6 aprile 2009

Eco-craft 1: la lana infeltrita

La meravigliosa atmosfera creata da lilfishstudios

Per iniziare il nostro viaggio alla scoperta di materiali verdi da usare nei nostri progetti creativi direi che un ottimo punto di partenza può essere la lana infeltrita, cioè lana già lavorata (in indumenti come i maglioni), che ci possiamo procurare in casa oppure nei mercatini o bancarelle dell'usato, e poi fatta infeltrire ad hoc in lavatrice.

Quella che noi chiamiamo lana infeltrita in inglese viene chiamata felted wool o, più propriamente fulled wool, e possiamo definirla un'evoluzione del tessuto a maglia. Il procedimento che porta la maglia ad infeltrirsi è noto più o meno a tutte: chi non ha un maglione mignon nell'armadio risultato di un lavaggio sbagliato? Le fibre della lana (che può essere anche mista con cachemire, mohair, alpaca) a causa della temperatura dell'acqua e soprattutto dello sfregamento dovuto alla centrifuga, si saldano tra loro andando a costituire un tessuto denso e compatto dove risulteranno quasi invisibili i segni dei punti.
Il tessuto che otterremo è morbido e, anche se ha perso gran parte della sua elasticità, è facilmente modellabile e molto resistente. Lo si può usare in mille modi, esattamente come un qualunque tessuto, si può tagliare senza problemi perchè i bordi rimarranno netti senza disfarsi, si può cucire sia a mano che a macchina, si può ricamare, abbellire, decorare anche con la lana cardata e la tecnica dell'infeltrimento ad ago.

Tappeto tessuto con strisce di maglioni infeltriti di fiveforty

{COME}
Dopo esserci procurate i maglioni (o gonne, coperte ecc.) facendo attenzione che si tratti di 100% lana, possiamo procedere al lavaggio. In molti siti che ho consultato consigliano di lavare i maglioni in acqua molto calda e con un lavaggio lungo. Io per motivi in primo luogo pratici (di solito non devo lavare insieme dieci maglioni da infeltrire ma uno o due!) lavo i maglioni insiema all'altra biancheria con il ciclo che uso normalmente (massimo 50°, centrifuga 800 giri, durata circa un'ora e 15 minuti). Insomma non lavo specificamente i maglioni, mi limito ad inserli fra il resto del bucato, se i colori sono compatibili (fate sempre la prova prima che il vostro maglione non rilasci colore). Così di solito mi occorrono due o tre lavaggi per ottenere il risultato finale. Perchè il maglione si infeltrisca in modo uniforme ricordatevi di tagliare via le maniche e appiattirle prima di infilarle in lavatrice, altrimenti resterà al centro una piega che non andrà più via.
Una volta infeltrito potrete tagliare il maglione per ottenere il tessuto da utilizzare in seguito. Nel tagliare i vari pezzi vi rimarranno le cuciture, che saranno anch'esse infeltrite: non buttatele! Potrete utilizzarle in tanti modi per decorare, fare fiori, lacci, applicazioni o frange.
Nell'infeltrire il nostro tessuto a maglia possiamo creare degli interessanti effetti a rilievo con una tecnica chiamata shibori felting. In sostanza si creano delle pieghe o delle bolle nella maglia con delle perline o biglie, legate strettamente. Poi si infeltrisce e si slegano le allacciature liberando i materiali che avevamo utilizzato: il rilievo ottenuto nel tessuto sarà permanente. Un esempio di come fare lo trovate su Craftstylish.

Shibori felting, di Betz White da Knitty

{PERCHE'}
La lana infeltrita è un materiale ottimo per tantissimi usi: potrete realizzare borse, pupazzi, cestini, spille, gioielli, pantofole e scarpine, cappellini e muffole, sciarpe, altri indumenti come giacche e maglioncini, tappeti, coperte, cuscini. Inoltre potrete ricavarne toppe molto resistenti, o usarlo per lucidare.

Le altre puntate della serie Eco-Craft:
~ tessuto riciclato
~ lana riciclata
~ cucito ecologico

46 commenti:

Babijoux ha detto...

Stavo giusto cercando di capire che fine fare ad un maglione che non ha retto alla lavatrice...scherzo!! però ora che mi ci fai pensare...da qualche parte devo aver visto uno schemino per una shopper di lana fatta con materiale di recupero...se riesco a trovarlo magari lo posto...
Grazie ancora per gli spunti creativi!!! Buona serata, Barbara

Magnolia Wedding Planner ha detto...

accidenti complimenti per il blog meraviglioso e per le tue creazioni che sono fantastiche! complimenti davvero!
bravissima
Silvia

ZuccheroFilato ha detto...

Complimenti per il blog.Si possono ricavare delle cose veramente belle dalla lana infeltrita.Voglio provare di creare qualcosa.
Devo solo infeltrire un maglione...
Ciao e complimenti ancora!

Ciacchina ha detto...

uffa!!!!!
perchè ho buttato l'unico maglioncino che mi è capitato di infeltrire?
ora mi tocca di andare per mercatini......
grazie
Cristina

GIfelt ha detto...

Grazie Alessia per il tuo post interessantissimo. Molti consigli utili che certamente metteremo a frutto.
Ciao
Giulia

Carolina ha detto...

Ciao e piacere di conoscerti!
Che bel post interessante e utile! La lana infeltrita oltre a fare bene all'ambiente (la parte importante) è anche proprio bella (la parte frivola)!!!
Trovo davvero belli i cuori della prima foto. Ma la mia è una sorta di "deformazione professionale", perché li colleziono...
Volevo farti i complimenti, perché hai un blog molto carino, brava davvero.

www.semplicementepeperosa.blogsopt.com

Perline e bottoni ha detto...

Grazie.

donnette fever ha detto...

... quanti trucchetti interessanti... non sapevo di dover staccare le maniche....
Cioa, ancora complimenti per il blog!
Elisa

antonella ha detto...

Utilissimo come sempre questo tutorial! Ho appena dismesso un golfino bianco invecchiato..proverò!

Certain Creatures ha detto...

Grazie Alessia!
Queste immagini, questi colori e il felted wool mi fanno venire voglia di fare qualcosa di creativo con la lana infeltrita!!

alteaperle ha detto...

Penso a tutti i maglioni infeltriti e buttati negli ultimi vent'anni! Grazie per questo post, le tue scelte di foto e link da pubblicare sono sempre ineccepibili!

Alessia ha detto...

Buongiorno a tutte, alle care e "note" lettrici e alle tante new entries che ho trovato stamattina!
Benvenute a Magnolia wedding planner (meraviglioso lavoro credo!), Zuccherofilato (sei una maglista ho visto! bello ci potremo scambiare qualche idea...), Carolina che invece ama cucinare (anche io, lo adoro!) e Antonella che crea bijoux. Che regalo stamattina trovare i commenti interessati di persone così diverse! La creatività unisce e questa mi pare una bellima cosa. Sono felice che il post vi sia sembrato interessante, ci ho lavorato un po'... Grazie e un abbraccio primaverile a tutte!

Cricristrella ha detto...

Che idea grandiosa, sei un pozzo di risorse! garzie delle idee, sei a dir poco geniale, buona giornata, Cri

contemori.com ha detto...

che belle immagini!!
bellissimo il tappeto, veramente ingegnoso...
grazie!

Serena ha detto...

Bene, anche io avevo letto qualcosa su come infeltrire i maglioni e ne ho un paio che faranno questa fine deliziosa....ci pensi? trasformati in fiori, cappelli o spille o borse.... pero' non sapevo ad esempio delle maniche.
Grazie!

lauraelle ha detto...

Grazie di tutti i tuoi consigli: sono uno più utile dell'altro! e tutti interessantissimi per 1000 nuove idee!
Laura

olivia ha detto...

Cara Alessia ,molto interessante! Conosco le opere di Betz White, fa cose splendide. Io rimango una fan del feltro lavorato ad acqua, ma le tue idee sono ottime per le decorazioni, le utilizzerò molto presto, ciao Olivia

elena fiore ha detto...

Inutile dirti che amando molto il feltro, ho apprezzato particolarmente questo tuo post!
Bonita serata************
elena

Val_ ha detto...

Oh, eccoci alla prima tappa di quel viaggio che ci avevi preannunciato! Bene bene, grazie Alessia per aver lavorato per noi, questo post è utilissimo, molto ricco, completo e davvero interessante.
Ora tocca provarci, quindi scatterà la ricerca di qualche maglioncino dimenticato che prenderà nuova forma e quindi nuova vita.
Io resto a bordo, ci vediamo alla prossima fermata!
Grazie ancora,
Vale

Giulia Boccafogli ha detto...

Alessia...mi hai chiarito un sacco di dubbi con questo post. Ammetto la mia ignoranza in materia e non solo ho potuto rifarmi gli occhi con le solite meraviglie in mostra...ma ho dato una risposta a tutte le mei domande!
Grazie di cuore, come sempre! Bellissimo post, bellissimo spunto.

Giuli

christine ha detto...

Ciao Alessia,come sempre passo a vedere cosa scrivi...troppo interessante questo post sull'infeltrire,io una volta ho provato e ho fatto perfino bollire un maglione ma non sono riuscita nell'intento!Proverò il tuo sistema,spero di riuscire perchè effettivamente la lana infeltrita è un materiale molto utile per fare diverse cose carine, si plasma facilmente e non richiede troppe rifiniture.
grazie per le dritte che ci dai!!
Ciao e buona serata! Christine

cricrea ha detto...

Ciao Ale!!!
ancora altre idee interessantissime!!! Ma che succede se il maglioncino non è lana al 100%???
Sai al giorno d'oggi è difficile comprare maglioni 100% lana!!!
Un bacio

Sara Pacciarella ha detto...

Ciao illuminatrice di cammini creativi! Mi sento un pò cosà in questi giorni, ma tu sei sempre una luce nel tunnel delle tristezze quotidiane. Io ho sempre quel maglione formato barbie ridotto così da mio padre, du iu rimember? Prima o poi lo userò! Si, lo userò e sarò davvero eco!!!
MUUUUUAAA!
Sara.

siland ha detto...

grazie Alessia per questo post molto interessante....proverò quanto prima.....
ciao
silvana

Simo ha detto...

Che bei lavori...grazie!!!

Nancy ha detto...

it's wonderful to pop over and visit your blog and see what you are creating and what is inspiring you!
Many thanks,
Nancy

cinziacrea ha detto...

Brava Alessia,
la lana mi piace molto anche infeltrita, questo tuo post è particolarmente indicato per ovviare alle angosce da lavaggio maglie in lavatrice.
Buona giornata Cinzia

Giuliana ha detto...

Ciao Alessia! Ho curiosato velocemente tra i links e sono rimasta estasiata...ora non avrò più sensi di colpa per un maglione infeltrito, la soluzione me l'hai suggerita tu..

CLAUDIA ha detto...

Ciao Alessia, ho scoperto il tuo blog tramite quello di Giulia e .... complimenti, tanti complimenti. Ora non ho tempo per guardare tutto, ma appena posso, ritornerò a curiosare con calma. Mi sembra proprio che ci siano delle ottime idee e tante ispirazioni!!!

A presto
Claudia

P.S. Ti linko nel mio blog, così non ti perdo di vista!!!

Anonimo ha detto...

Cara Alessia, con il cuore pesante a causa delle vicende che hanno colpito il nostro paese, sono passata per salutarti e dirti che è anche grazie alla poesia e leggerezza che chi crea dona al prossimo, che la vita può essere affrontata con speranza per un domani migliore. Un abbraccio e un grazie di cuore per l'impegno e la dedizione che ci offri con tanto entusiasmo. Bacio. Monica indaco.

Rosi Jò ha detto...

Ciao Alessia, purtroppo in questi giorni non ho avuto nè il cuore, nè la concentrazione per lasciarti un pensiero. Ti volevo ringraziare per questo post ricchissimo di consigli pratici e validi per non buttare via maglioni vecchi e rovinati. Desideravo complimentarmi anche per il lavoro a maglia del post precedente. Spero di farmi sentire molto presto. Un abbraccio xxx Rosi

Roberta ha detto...

sei una fonte inesauribile di stuzzicanti suggerimenti e stimoli. grazie

Many ha detto...

Buon pomeriggio, ho trovato per caso il tuo blog e...mi dispiace ma non lo mollo più!!!! Mi piace tantissimo, complimenti!!!
A presto, Manila

Tzugumi ha detto...

Rinnovo i complimenti che ti ho fatto nei post precedenti, il tuo blog è interessantissimo :)

AleCreativa ha detto...

Che idea fichissima riciclare così i maglioni che mia madre puntualmetne rovina a me e a mia sorella!!! Come sempre sei una grandissima Ale!

Alessia ha detto...

Ragazze, grazie a tutte, sono felice che il post sia piaciuto e che lo abbiate trovato utile e interessante!
Qualche risposta a domande specifiche:

Christine e Cricrea: a volte purtroppo anche i maglioni 100% lana non infeltriscono perchè vengono trattati con prodotti chimici proprio per impedirne l'infeltrimento! Purtroppo non è una scienza... bisogna provare e riprovare a volte, e ripetere i lavaggi più volte per ottenere buoni risultati. Per questo consiglio di lavare i maglioni insieme alla biancheria normale, sarebbe uno spreco di acqua ed energia lavarli da soli. Io sono riuscita ad infeltrire un maglione con una piccola percentuale di acrilico, ma non ad esempio la lana merino, che è troppo sottile e non ha fibre che sollavandosi e attaccandosi le une alle altre possano provocare l'infeltrimento.

Nancy, many thanks to you! It's always a pleasure to read your comments!

Claudia benvenuta! Grazie per il link, e spero che ci conosceremo meglio!

Benvenute anche a Manila e Tzugumi! Grazie per i commenti, siete gentilissime!

Un abbraccio a tutte!!

Simona ha detto...

Questo post me lo salvo da qualche parte :) Grazie per tutte le spiegazioni, interessantissime.
Non ho mai lavorato lana infeltrita, ma, come tante, ho alcuni maglioni che non metto più. Ora so cosa farmene ;) Quel tappeto in foto, ad esempio, mi piace moltissimo! Grazie anche per come scrivi, sei molto chiara. A presto e tanti auguri di Buona Pasqua. Simo

Roberta Filava ha detto...

Tutti belli questi tuoi ultimi post e questo sul feltro chiaro, ricco di info e di idee. Peccato che ormai maglioni di pura lana sia scomparsi ma stoa spettando di recuperare quelli vecchi di mia suocera per il prossimo inverno.
Ti abbraccio e auguri di buone feste.
roberta

Annalena ha detto...

Idee grandiose, sia quelle di questa pagine che le altre, ma se mi metto anche a fare queste meraviglie riciclando le mille cose che hanno dismesso i miei tre figli il tempo non mi basta... però volendo di materiale in cantina ne avrei tanto! Chissà!?
Grazie per le dritte
Annalena
http://fantasiaebijoux.spaces.live.com

Lilly ha detto...

Ciao Alessia,proprio ora giravo per il web alla ricerca di notizie sulla lana infeltrita (volontariamente :) ) e sono incappata nel tuo blog.FAVOLOSO,spieghi esattamente quello che si deve fare,ora ho le idee decisamente più chiare.Ti faccio i miei auguri per l'anno nuovo,che sia frizzante e creativo,e aprofitto per mandarti il link del mio nuovo blog http://lillypiccolina.blogspot.com
baciotti e a presto =^_^= ,ciao Lilly.

Alessia ha detto...

Lilly ciao e grazie mille per aver lasciato un commento! Sono davvero contenta di esserti stata utile, questi argomenti mi stanno molto a cuore e penso che ne scriverò ancora spesso!

ARIABIJOUX /sanagrillia ha detto...

idea fantastica !!!!!!!!aihmè quante volte mi è capitato di rovinare maglioni e di buttarli nella spazzatura ,bè ora mi hai dato una bella dritta !!!!!!!!!!!!!!
quasi quasi vado ad infeltrire qualche indumento che no indosso più per realizzare qualcosa di grazioso !
grazie davvero per l'idea !

Jasy ha detto...

Molto interessante, ci penserò la prossima volta che faccio fuori qualche bel maglione!!

joy ha detto...

ciao

lucillA ha detto...

ciao,molto interessanye,grazie!

gabri ha detto...

grazie !! avevo un maglione diventato extrasize e ora proverò a infeltrirlo...con le tue idee mi hai incuriosito !

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails