mercoledì 16 giugno 2010

A grande richiesta, il mio shop

Lo shop online: perché

Il blog è un formidabile strumento per farsi conoscere, un mezzo attraverso il quale si può trasmettere la propria passione, il proprio gusto, il proprio amore per una tecnica o semplicemente per il bello. Attraverso il blog ho voluto condividere le cose che ho imparato, le piccole e grandi scoperte fatte a costo di fatica e tempo, da sola, sperimentando e sbagliando e ricominciando. Il blog, per come lo intendo io, è e sarà sempre uno strumento irrinunciabile di conoscenza, di contatto, e anche di promozione non soltanto degli oggetti che creo ma delle tecniche che uso, della cultura nel senso più ampio del termine, delle belle cose create dagli altri, delle idee interessanti che trovo in giro.
Ma si è fatta strada in questi anni l'esigenza anche di presentare i miei lavori per chi li volesse indossare, e più volte mi è stato chiesto di esser più completa nelle descrizioni, di mettere misure, di essere più esplicita. Mi sono sempre rifiutata di farlo, proprio perché la natura del blog era un'altra e io non mi sentivo di violarla facendone uno strumento puramente commerciale. Ho ascoltato però le voci di chi mi consigliava di essere concreta, e ho tenuto gli occhi aperti in giro per valutare cosa mi si offriva per rendere più esplicita e semplice per tutti la possibilità di possedere e indossare un oggetto o un accessorio fatto da me. E incoraggiare chi può pensare che "se fa tutto a mano chissà che prezzi!!". Ho valutato Etsy, Dawanda, e ultimamente anche la piattaforma italiana Misshobby. Poi però ho scelto altro. Non ho scelto di rendermi visibile nel maggior numero di posti possibile, ma di farlo nel posto che sento più giusto per me.
Questo posto è Artesanum.

Perché Artesanum
A differenza delle altre piattaforme che mettono a disposizione le loro vetrine virtuali, Artesanum è un progetto con un'anima. Si propone di valorizzare esclusivamente il lavoro manuale e l'artigianato di tutto il mondo, ed è un progetto sociale, per la precisione il progetto sociale del Gruppo Intercom. Intercom donerà per 20 anni tutti i profitti derivati da Artesanum a progetti sociali nei paesi in via di sviluppo, a comunità che hanno nell'artigianato la principale risorsa economica.
Il gruppo di cui fa parte Artesanum è spagnolo, ha sede vicino Barcellona, e la piattaforma principale è appunto in castigliano, esiste una seconda versione in portoghese e adesso una in italiano.

Promuoviamoci
Nel mio shop ho inserito pochi oggetti, altri verranno via via inseriti in sinergia con il lavoro che faccio sul blog. Ho deciso di muovermi in questo modo perché voglio che comunque il blog rimanga la mia casa e la casa delle mie creazioni. Qui si troveranno sempre i particolari che io ritengo importanti su ogni oggetto che creo, la mia "visione".
La cosa che mi piace di più di Artesanum è che in realtà facilita il contatto fra chi vorrebbe possedere un oggetto e chi l'ha creato. Non si compra attraverso Artesanum ma direttamente da chi crea. E questo, trattandosi di oggetti fatti tutti rigorosamente a mano, è fondamentale perché ci si può conoscere, spiegare, modificare un particolare e comunque si può sempre partire da un oggetto visto nella vetrina per creare qualcosa di personalizzato e unico.
E ho deciso anche di fare un po' di promozione attraverso la mia voce a quelle vetrine che ritengo belle, appropriate e interessanti. Perciò troverete spesso un "Trovato su Artesanum" con oggetti che mi piacciono e che sono presentati in modo interessante. Spero che anche altri blog possano fare la stessa cosa, io butto lì l'idea, in modo da incoraggiare chi tra noi vive l'artigianalità nel modo in cui va vissuta e portata avanti e scoraggiare chi semplicemente assembla materiali spesso scadenti secondo schemi presi qui e lì. Cerchiamo in qualche modo di uscire dalle logiche egoistiche e facciamo sistema, come sanno fare molto bene in altri paesi, credo che sia il solo modo di combattere questa battaglia: diffondere il gusto e la cultura con ogni mezzo a nostra disposizione.

I dubbi
Ho alcune perplessità che esprimerò anche allo staff di Artesanum anche segnalando questo post.
I modi in cui si impiegheranno i fondi a sostegno dei paesi in via di sviluppo al momento non sono noti, ma speriamo che il gruppo renderà trasparente e valutabile da ogni utente l'impiego delle risorse destinate al progetto sociale. E altrettanto nebuloso appare in questo momento il modo in cui Artesanum potrà tenere fede all'impegno che prende quando afferma di "cercare l'eccellenza nell'esecuzione, applicare i criteri di qualità e avere una chiara vocazione verso l'estero". Purtroppo c'è una generale confusione sui concetti di artigianalità e di fatto a mano come dicevo prima, e la qualità di molte delle cose inserite non è per nulla degna dei propositi che Artesanum si prefigge, così come la qualità di molte foto lascia a desiderare e abbassa notevolmente il livello complessivo dell'offerta (e questo non è vero soltanto per la nuova versione italiana ma anche per quella spagnola e portoghese).
Mi lascia anche un po' perplessa la mancanza di una seppur minima possibilità di personalizzazione della vetrina, l'impossibilità di aggiungere i nostri link ad esempio o un'intestazione che dia un'impronta al nostro shop. E soprattutto vorrei, e spero che sia così a breve, che anche la versione italiano di Artesanum venisse curata come quella madre, che ha ad esempio una rivista scaricabile che mette in luce alcune creazioni e alcuni artigiani e un blog.

29 commenti:

monica ha detto...

bello.....sono felice x il tuo traguardo

terry ha detto...

Ciao Ale,
sembrerà telepatia, ma prima di leggere il tuo post stavo compilando l'intervista di artesanum. Anch'io l'ho scelta come prima vetrina virtuale, dopo aver pensato a etsy, dawanda, misshobby, xcreator ecc...non è ancora attivo il mio shop, ma spero lo sarà presto.
Condivido pienamente con te pregi e dubbi...soprattutto sul contributo ventennale e sul "controllo qualità" sia dell'immagine che dei prodotti...il tempo ci dirà...
Ti faccio tanti complimenti per la tua nuova e ormai lanciatissima impresa on the road (anche se mi spiace che l'ultima ti abbia delusa un pochino...)e ti ringrazio per il commento che hai lasciato sulla mia nuova collezione, per me è sempre un piacere e un onore quando lo fai...
ti mando un forte abbraccio
terry

bellanna ha detto...

Ti vedo camminare spedita su una strada in discesa, che gioia:-D
Su artesanum la penso come te, anche io ci sono da poco, a dire il vero non si muove granchè. Ci sono tante imperfezioni di un'ingenuità disarmante: l'altro giorno mi scrivono per dirmi che era attivo il forum, mi mandano un link, ma non c'era niente, vado sul sito e ancora niente, ho scritto allo staff, ma niente! In più se fai una ricerca per nome di artigiano, sulle versioni straniere il mio nome non compare. In più fino a qualche giorno fa (ora non so) se provavo a loggarmi nelle pagine portoghesi o spagnole non mi riconosceva...mah, io spero che si accorgano delle cose che non vanno. Riguardo alle donazioni ventennali, non so perchè ma ho i miei dubbi, spero però di essere smentita:-D
Per il resto appoggio la tua iniziativa "trovato su artesanum", dobbiamo fare community e far crescere il sito, così da poterlo usare non solo come strumento di vendita, ma anche come strumento di aggregazione e scambio...dai dai che unite ce la facciamo:-D

Sara Pacciarella ha detto...

Felicitàààà Felicitàààà!
evviva evviva!
C'ho ALessia come vicina di shop!
:-)

Dopo ripasso, intanto volevo sfogare la mia gioia così.
E ti dico che ho già visto due cosine di moooolto belline di moooolto di mio gusto :-)

Sbaciukkk!

La Bohemien ha detto...

Bello Artesanum! Ci sono anche io, mi piace molto perché da la possibilità di descrivere veramente quello che si sta guardando....e poi non ti fa la cresta sulle vendite ghghghg!!! Complimenti per lo shop, sono sicura che andrà alla grande!!!!!!!!

Lisa ha detto...

Che bella notizia!! Mi piace molto il tuo approccio, e devo ammettere che, pur non portando quasi mai gioielli, piú volte mi sono chiesta come acquistare qualcuno dei tuoi, non fosse altro per poterli toccare con mano per la matericitá che si intuisce dalle foto, e poi magari regalarli sapendo di fare un dono davvero unico. Brava, brava!

alteaperle ha detto...

Alessia, le tue analisi sono sempre così lucide e disarmanti! Anch'io ho aperto lo shop su Artesanum da qualche giorno e anche io avevo qualche perplessità e comunque per ora lo vedo molto, molto statico! Si forse ha bisogno di un maggior controllo e di regole più chiare, vedremo cosa succederà prossimamente. Baci - Anna

rachele ha detto...

concordo con te su tutto!! ci ritroveremo anche in quella vetrina virtuale,che per ora ho aperto, ma è ancora sfornita!
solo che mi pongo un'altra domanda, ma gli eventuali compratori sono anch'essi artisti, o pensi sia conosciuto anche da altri?
bacioni rac

Ork'Idea Atelier ha detto...

Complimenti cara Alessia,
non posso che appoggiare la tua scelta, lo sai...

Ti abbraccio forte forte,
Cristina

elena ha detto...

Ti faccio i miei migliori auguri per questa nuova iniziativa. Spero che si riveli davvero all'altezza delle aspettative.
I tuoi lavori, del resto, meritano di essere visti da tanta gente perché sono unici. Magari poi uno non li compra, va bene, ma è come fare un giro in un museo, quando incontri un'opera d'arte ti arricchisci un po', non trovi? La cultura si fa anche così... E i tuoi gioielli sono opere d'arte vive, hanno dentro qualcosa di speciale che si coglie anche solo guardandoli in fotografia.
Un bacio. Elena

Helena ha detto...

Intanto in bocca al lupo per la novità, anche se virtuale è sempre un negozio e di sicuro è un impegno in più e spero ti dia soddisfazioni, io ho tentato con Etsy ma non fa per me, non ce la facevo a conciliare l'impegno che ci vuole con il resto dei miei impegni, anche se la soddisfazione di vendere un paio di orecchini l'ho avuta!..e poi ho deciso di andare sul risparmio con Misshobby, non con lo scopo di creare per forza per vendere ma se capita non mi dispiace! leggo spesso in vari blog in questo periodo di questo Artesanum, e l'idea è buonissima, però come tutti i siti appena avviati ha da sistemare alcune cose e fai benissimo a esporle, spero ti ascoltino! e intanto possiamo vedere le tue creazioni sia qui sia su Artesanum così potrò osservare com'è il sito e se un giorno vorrò e potrò impegnarmi di più in questo hobby magari ci faccio un pensiero anch'io, ovviamente senza competere con te, a quello non c'arriverò mai! ciao ciao!

Ila ha detto...

Brava Ale!
Artesanum lo conosco solo di nome... e sarà che io son diffidente e lenta di natura, prima di "buttarmi" aspetto un pò.
Quindi ti osservo e poi mi racconterai di persona :)

Ila

Francesca-Kinà ha detto...

Brava Ale!! Io non aspettavo altro...sicuramente verrò a sbirciare molto presto nel tuo nuovo negozio! Anche io utro i tuoi stessi dubbi e infatti non mi sono ancora decisa a lancirami nel mondo di Artesanum con le mie piccole creazioni...chissà con il tempo i dubbi si dissiperanno..bacioni e in bocca al lupo per questa grande avventura,
Francesca-kinà

Ilaria ha detto...

Sono felice che ci sia anche tu in Artesanum... come te credo molto in questo progetto.
Io ho scritto ad Artesanum per chiedere, come, dal momento che da noi non ricevono e non riceveranno nulla, pensano di sostenere l'artigianato nel mondo.
Mi hanno risposto e hanno detto che sovvenzioneranno le iniziative con la pubblicità che sarà presente in futuro nel sito e con i proventi di chi vorrà pagare qualcosa ( non indicata la cifra) per pubblicizzare maggiormente il proprio negozio.

Intanto un bacio e felice di averti come vicina di "tienda"!!!

Il filo magico ha detto...

Che bello Ale!! Sono felice per te e andrò sicuramente a fare una visitina alla tua vetrina...;o))
Io non mi sono ancora decisa, come te ne ho valutati molti, ma non ho ancora avuto la spinta giusta a buttarmi nella vendita on line.
Per ora sono felice di condividere passioni, tecniche e amicizie nel mio angolino magico... poi si vedrà!
Comunque grazie per l'attenta analisi e i preziosi consigli... mi serviranno per il futuro!
un bacione,
Elisa

méli-mélo ha detto...

In bocca al lupo, Alessia, per questa nuova avventura in Artesanum. Non conosco il sito ma ci andrò a sbirciare e il primo negozio che visiterò, probabilmente, sarà il tuo ;-)) Concordo con te sulla visione del blog come strumento di condivisione del proprio sapere, come luogo da non utilizzare (o almeno non esclusivamente) per fini commerciali. Il blog è un mezzo per diffondere il proprio amore per ciò che si fa, un luogo dove i propri ideali artistici (ma non solo) possano diventare realtà senza subire l'influenza delle necessità contingenti!
Hai anche parlato di dubbi e perplessità... all'inizio di un nuovo percorso, sono naturali:-) Io ho un piccolo negozio su Misshobby e fino ad ora ho realizzato solo una vendita. Però, non mi lamento. Credo che il punto debole di siti come questi sia il fatto che li conoscano quasi esclusivamente le "addette ai lavori". Ciò significa che chi viene a farti visita è, quasi sempre, un'artigiana come te e, dunque, in grado, più o meno, di fare da sè quello che tu hai da offrirle. E a quel punto non c'è storia e la vendita di ciò che fai diventa quasi un miraggio! Etsy si pone su un altro livello, secondo me. E, per delle crafters che si ripropongono di vivere delle loro creazioni, è l'obiettivo da raggiungere, il sito su cui trovare il proprio spazio ... Tutti gli altri siti, per ora, arrancano...
Relativamente ai buoni propositi di Artesanum sul devolvere il ricavato a favore dei paesi più poveri ... bah! Mi sorgono sempre molti dubbi quando sento o leggo questi proclami. Bisogna stargli addosso e vedere se predicano bene e poi razzolano anche bene!!!
In conclusione: spero che la tua nuova avventura inizi e prosegua bene come tu meriti! Le tue creazioni sono splendide e avranno sicuramente i giusti riconoscimenti.
Un abbraccio. Vannalisa

Lilly ha detto...

mille auguri per il tuo nuovo spazio! sì, è vero, ha alcune pecche quel sito ma col tempo si potrebbero migliorare...intanto è sempre una bella vetrina per far conoscere i tuoi lavori e la tua creatività anche fuori dal blog, non tutti navigano su questi circuiti...
dai tempo al tempo :)

Loredana ha detto...

Brava ALessia! Devo dire che più leggo di te e più mi piace come approcci gli argomenti. Hai tutto il mio appoggio E chissà che prima o poi non mi decida di raggiungervi in questo mondo "parallelo". Baci.

cicoria ha detto...

In bocca al lupooooooooooo!!!!

ha detto...

brava Alessia e in bocca al lupo per questa nuova avventura. ci sono anch'io su Artesanum, cioè c'è il mio account ma ancora lo shop è vuoto (le 4 foto a oggetto mi destabilizzano!!). spero di riuscire a unirmi presto a tutte voi che avete scelto questa vetrina, e appoggio la tua idea di "fare gruppo"

Tea ha detto...

Ciao Ale, congratulazioni!!!
Fra un attimo vado subito a vedermi il tuo negozio. Hai fatto un'analisi lucidissima e molto profonda di questa tua nuova avventura, se fossi dello staff di Artesanum suggerirei di prenderti come consulente.....Senza nulla sapere dei requisiti e dell'impegno necessari anch'io come Melì-Melò penso "a naso" che Esty sia un punto di arrivo per delle creatrici come te, quindi, spero che tu non accantoni l'idea di approdarci un giorno...e mi raccomando non trascurare troppo il blog, andrei in crisi di astinenza!!!
Un abbraccio
Tea

Alessia ha detto...

Grazie mille a tutte per gli in bocca al lupo e bentrovate alle mie fantastiche vicine di tienda!!

Méli-Mélo e Tea (ma vale in generale!): Etsy è sicuramente il leader, ma emergere su Etsy richiede un grandissimo lavoro e ve lo potranno dire le persone che ci hanno provato. Io non mi sento pronta a Etsy, però mi sembrava il momento giusto per mettere fuori la testa dal blog e, come scrivevo, per rendere "esplicita" la possibilità di acquistare le cose che creo. Vorrei che per il momento questo fosse un complemento del blog, anche perché secondo me al di fuori di Etsy e Dawanda le altre piattaforme sono molto poco conosciute. Anche se ad esempio su Etsy la maggior parte degli acquisti avvengono comunque fra venditori perché noi, diciamocelo pure, in questo siamo un po' provinciali e con la puzza sotto il naso: se vendiamo vorremmo che tutti acquistassero da noi ma poi per comprare... non condivido affatto Vannalisa quando dici che le artigiane possono farsi da sole quello che faccio io o fai tu. Infatti su Etsy le artigiane e gli artigiani comprano da altri artigiani. Conoscono il valore della perizia e della fantasia e ci tengono ad avere qualcosa di fatto proprio da quella persona lì e da nessun'altra e non si sognerebbero mai (almeno quelli che intendono la cosa come dovrebbe essere intesa) di rifarsi una cosa che hanno visto nella tua vetrina solo perché sono in grado. Se devono acquistare qualcosa non vanno nei negozi "tradizionali" ma comprano da altri negozi su Etsy, per fare crescere la piattaforma hanno studiato metodi intelligenti (blog a tema, craft labs, street team, fiere solo di venditori Etsy ecc.) e fanno appunto sistema, come noi purtroppo non sappiamo o non vogliamo fare perché preferiamo coltivare soltanto il nostro orticello, non capendo che così non crescerà mai nulla...

Per il momento quello che mi premeva era mettere a disposizione di chi lo voglia e principalmente di chi segue il blog uno strumento per facilitare il contatto. E non dover chiedere, farsi un'idea di cosa offro. Questo strumento mi piace per i motivi che ho esposto, è gratuito, non richiede nulla, offre solo un modo diverso per visualizzare gli oggetti. Secondo me farlo crescere (ma vale anche per altre realtà come Misshobby) sta a noi. Come sta a noi far crescere la consapevolezza dell'importanza della vera artigianalità, della creatività.

Elisond ha detto...

Intanto in bocca al lupo per la tua vetrina. Eppoi grazie! Grazie, perché come al solito i tuoi post sono una miniera di informazioni. Volevo aprire anche io una vetrina per i miei lavori e stavo cercando di capire dove tra i vari siti che permettono di farlo. In effetti Artesanum mi attirava per il discorso della donazione e l'interfacciarsi tra creativi, d'altro canto non mi fa impazzire per i difetti che tu hai elencato splendidamente e puntualmente. Sono molto indecisa, ma questa tua analisi mi aiuterà non poco!
Grazie ancora e sempre bravissima!

Elisond

Lettera pSy ha detto...

Non appena ho finito di leggere il tuo precedente post, ho subito pensato: qui urge un negozietto on line!
Purtroppo la maggior parte dei mercatini penalizza la bellezza e la cura che certe creative mettono nei loro lavori e, questo, per almeno due motivi:
- intanto perchè chi organizza questi eventi non dovrebbe fare dei "calderoni", permettendo alla pura rivendita commerciale (di ogni ordine e grado) di starsene accanto all'handmade hobbistico. Ad ognuno il suo! Se si organizzassero eventi specifici per le sole creative, l'attenzione dei passanti sarebbe fin dall'inizio concentrata sul concetto di "fatto-a-mano-con-la-propria-testa";
- e qui veniamo al secondo punto: possiamo davvero prendercela (per modo di dire!) col passante ignaro che, magari, è lì giusto per fare una passeggiata e prendersi un gelato e che non ha la minima idea di quali siano le nostre aspettative, l'enorme lavoro che c'è dietro ad ogni oggetto e la faticaccia che comporta anche solo l'allestimento del banchetto?
Io ho fatto una sola esperienza "dal vivo" e ricordo di aver messo qui e là fogli e foglietti che specificavano che era stato creato tutto da me... e mi sarebbe piaciuto poter dare molte più informazioni in merito alle tecniche, ma come si fa?

Ecco perchè Internet è così splendido: perchè fa avvicinare le persone "giuste" e riduce la "casualità" degli incontri!
Non solo. Credo anche che un buon blog (se poi è curatissimo come il tuo, non c'è neanche da discuterne!) abbia il merito di far provare ad alcune persone una sensazione fondamentale che forse stiamo perdendo: quella del DESIDERIO! Siamo troppo abituati a consumare tutto e subito, in velocità, senza gustare, senza comprendere, senza curare nel tempo. Invece, assistere sul web ai parti creativi, ai lenti e faticosi travagli che li precedono, magari ordinare su commissione qualcosa e poi "attendere" che nasca e arrivi fino a casa nostra... bè, tutto questo riaccende lo stupore e l'attesa desiderante! E si comprende davvero perchè quell'oggetto, non è "solo" un oggetto.

Tutta quest'enorme premessa (mmm... dovrò farci un post! ^_^) per dirti: hai fatto benissimo a buttarti in quest'avventura e sono lieta di averti come "vicina" di negozio su Artesanum! Le perplessità circa la piattaforma sono le stesse tue: già mi era capitato, con altre creative, di porci gli stessi interrogativi sulla questione dei proventi, visto che sul sito non sono nemmeno presenti pubblicità terze... A me è venuto in mente che il "progetto sociale" di cui parlano possa essere proprio Artesanum ed il fatto di metterlo a disposizione gratuitamente (perchè pagato da iniziative precedenti del gruppo fondatore): però, certo, se così fosse... sarebbe un po' pochino! Vedremo!

Senti, mi piace moltissimo quest'idea del "Trovato in Artesanum"! Per il mio nuovo blog sto progettando un po' di rubriche (ahh! troverò mai il tempo?) e mi era già venuta un'idea del genere, quindi l'appoggio senz'altro! Appena mi libero un po' dallo studio, comincio a buttar giù qualcosa (e magari ti mando anche una mail)!

Mannaggia Alessia, quanto ho scritto, sorry!!! ^_^

A risentirci presto...
cRy

Eleonora ha detto...

Hai preso questo impegno molto seriamente! Anch'io pensavo tu avresti scelto etsy o misshobby, ammiro la tua scelta e anche il volere tener fede al modo in cui hai sempre presentato le tue creazioni. Però hai ragione, ci sono diversi punti oscuri in questo Artesanum...

Pulcinsky - my jewelry box ha detto...

In bocca al lupo Alessia, sono felicissima per questo tuo passo!
Un caro saluto
Marga

Pris ha detto...

Brava Alessia! Anch'io, come ti raccontavo, sto sperimentando Artesanum. I miei personali risultati non sono ancora buoni, ma tu hai dalla tua parte la forza di un blog seguitissimo (sempre in ottima posizione nella classifica wikio!) e la qualità di prodotti veramente molto originali e curati.
Quindi vedrai che arriveranno grandi soddisfazioni!
Artesanum sembra nascere su un'ottima filosofia, nonostante i suoi limiti attuali. Ma credo abbia bisogno di un po' di rodaggio e spero che con un po' di tempo tutto riuscirà a prendere forma ancora meglio.
In bocca al lupo e un bacio!

Bridget ha detto...

Bella scelta!!
Ha un'interfaccia diretta ed immediata.
Certo, guardare le tue creazioni sul blog ha effettivamente un altro coinvolgimento... è vero, ti senti più a casa.
=o)

Uapa ha detto...

Sono anche io su Artesanum e mi fa piacere che sempre più persone ne entrino a far parte :-)
Complimenti e benvenuta e... Che aòtro dire, mi hai tolto tutte le parole di bocca, perché la tua analisi è davvero molto accurata e rispecchia esattamente ciò che penso! :-D

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails