lunedì 18 novembre 2013

Perseveranza

Prove, errori, tagli non previsti. Forse alla fine, nel parlare di come nascono i miei oggetti, spesso finisco col dire le stesse cose: stavo provando a fare qualcosa, poi ho fatto un errore banale, poi ho cercato di rimediare, e alla fine con quell'errore ho cercato di combinare qualcosa. Spesso è semplicemente questo quello che faccio. E ho sempre l'impressione che questo lavoro mi abbia insegnato molte più cose di quanto io mi renda conto. Ad esempio mi ha insegnato la pazienza che non ho mai avuto. Mi ha insegnato a guardare le cose sempre da un'altra prospettiva, la fiducia che da quasi tutto si possa ricavare qualcosa di buono. Mi ha anche insegnato a non arrendermi di fronte agli errori. La perseveranza.

Orecchini in rame e patina verde

Così non butto via. Tengo lì, perchè non si sa mai. E la cosa più strana è che sul mio tavolo ci sono altre cose, più "normali", più solite per me. Ma poi a un certo punto finisco per tornare a quei due pezzi tondi, con quel taglio assurdo che nasconde e cancella l'errore stupido, con quei segni che sembrano strani pianeti in orbita. E vedo qualcosa.
Fra tutte le altre cose solite e normali, cose più rassicuranti, questi orecchini sono la cosa che mi piace di più. Non mi somigliano per niente all'apparenza, ma parlano di me molto più di tante altre cose.

Orecchini in rame con patina



11 commenti:

Grazia ha detto...

ieri sera stavo sistemando il mio tavolo e riflettevo proprio su questa cosa, quante e quante cose nascono da un errore, da un pezzo sbagliato, quante volte mi siedo con un'idea ben precisa e finisco per fare tutt'altro. Credo di aver imparato così, proprio dai miei errori e dalla perseveranza e dalla pazienza il tutto condito di tanta passione...imparare da autodidatti non è facile, senza gli ingredienti giusti l'abbandono di tutto è dietro l'angolo...
Bellissimi i tuoi "errori"
buona giornata
Grazia

Anonimo ha detto...

L'imprevisto, l'errore, la trasformazione....questi orecchini sono splendidi e non sembra proprio il rimedio....io li vedo più come una evoluzione....bellissimi!
Un abbraccio grande
Monica

Angela Nencioni ha detto...

Il famoso detto "Sbagliando si impara" come molti altri detti è vero....nel tuo caso specifico sbagliando si impara e si creano bellissimi orecchini...li adoro! Complimenti!

Martina ha detto...

Unici e imprevedibili... un paio di orecchini che parlano tanto!
Sono strepitosi Ale, come solo tu li potevi fare!

Enrica ha detto...

Sono bellissimi e parlano da soli, del resto spesse volte è proprio dagli errori, dal coraggio di osare di metterci alla prova che si impara e vengono fuori le cose migliori. Un abbraccio.

robe da gatti ha detto...

Straordinari, strardinariamente belli! D'una bellezza che... sono in estasi: per l'estetica complessiva, i colori, i particolari (per esempio quella monachella fantastica), e tutto l'insieme delle tecniche qui utilizzate con maestria. Grandissima Alessia...

Coc Piccole ha detto...

Complimenti ☺ http://coccinellecreative.blogspot.it/

Juicy Stones ha detto...

Bellissimi Alessia! Per me è uguale, non butto via nemmeno il più piccolo pezzo di filo o ritaglio di lamina. Puntualmente i lavori che mi piacciono di più non sono quelli pensati e progettati nei minini particolari ma quelli che nascono per "caso". Ma che sia davvero un "caso"?

Anonimo ha detto...

La vita è proprio questo, secondo me!
Facciamo le nostre scelte, ci incaponiamo su qualcosa e poi lei ci prende per mano e, accompagnandoci, piano piano (o a volte con subitanee rivelazioni) ci fa capire che la nostra strada era un'altra.
Sono spettacolari!
Rosa Maria

Anonimo ha detto...

Alessia ho i brividi... non mi spiego come non conoscendoti possa sentirmi così in sintonia con te. Perché quello che dici lo sento profondamente "mio"... le prove, gli errori, le lacrime, e la pazienza... quanta, ad aspettare che "qualcosa" arrivi da te. La prima volta che ho provato a far uscire quel qualcosa lo volevo a tutti i costi, subito. E subito ho capito che non si poteva, non si può competere con il "tempo", soprattutto se si vuol provare a tirar fuori quel qualcosa da dentro di te.m Ed è vero, spesso si parte diretti a Nord e si finisce per trovarsi a Ovest... si gira e si rigira, testardi. Alle volte si riesce e altre no, bisogna mollare, prendere le distanze e poi ascoltare, perché un giorno quel qualcosa verrà da te, quanto meno te lo aspetti.
Credo che sia una cosa naturale, che fa parte di questo mondo, e tutto ciò che viene fuori ha in se un pezzo di noi. Come dici te, parla di noi.
Ti ammiro tanto. E sono meravigliosi.^_^
A presto

Roberta

Gloria ha detto...

Sono davvero particolari.. Io non vedo nessun errore in questi orecchini, ma uno splendido lavoro, originale e assolutamente creativo, come tutti i tuoi lavori.. Sei un'Artista con la A maiuscola :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails