mercoledì 19 giugno 2013

Minuteria fai da te: anellini

I famosi anellini di congiunzione o, in inglese, jump rings. Posso dire modestamente :) di non averne mai comprati di già pronti, li ho sempre fatti da sola all'occorrenza, ma solo da qualche tempo, aumentando la quantità degli anellini da fare, ho cominciato a farli veramente come si deve.
Ho sempre utilizzato il filo metallico e un mandrino: può essere un ferro da maglia, un tondino di legno o di metallo, una apposita pinza, insomma qualunque cosa abbia una sezione rotonda del diametro che vi interessa. E per tagliare usavo il mio tronchese normalissimo, che però ha il difetto di lasciare una bella bava al taglio, quindi ogni volta era un bel duro lavoro di lima su ogni anellino per rifinire il taglio alla perfezione e far sì che le due estremità del filo combaciassero alla perfezione.
Ecco perchè adesso ogni qual volta mi servano degli anellini ricorro al temuto seghetto da orafo...

Anellini in argento fatti a mano

E ricorro anche a simpatici espedienti per tenere ferma la molla da tagliare: qui potete vedere una molla in argento ferma su una delle mie pinze a sua volta fermata nella morsa da banco. Ma so che non è il massimo e la mia pinza (come vedete sulla punta) ne porta i segni. Ho letto che converrebbe avvolgere la molla di filo metallico con nastro adesivo di carta e tenerla con le pinze, oppure direttamente appoggiata allo stocco. Devo provare. Ma posso dirvi che non c'è niente di meglio di un anellino tagliato perfettamente dalla lama del seghetto: non devi praticamente usare più la lima (giusto se si è perfezionisti folli come me!), è pronto e si chiude perfettamente... Vale la pena di faticare un po' per un risultato così.

Anellini di congiunzione fai da te

I miei anellini d'argento, pronti per unire gli elementi di una collana che vedrete presto.

6 commenti:

Helena Zanni ha detto...

Cavoli, quanto vorrei anch'io dei bei anellini precisi come i tuoi..infatti con le pinze è un bel lavoraccio poi aggiustarne gli angoli appuntiti, ho provato persino a farne di ottone arrotolando il filo attorno ad un uncinetto, mamma che fatica a piegarlo però ce l'ho fatta!!
Questa descrizione di come hai sviluppato la tua tecnica per creare degli anelli mi fa ricordare cosa mi ispira di più nel tuo lavoro e che trovo ogni tanto anche in me stessa, e cioè che quando pensi a qualcosa di diverso e lo vuoi realizzare magari non cerchi per forza strumenti nuovi ma inventi una via nuova con gli strumenti che hai per raggiungere il risultato (e ci riesci benissimo!) e questo non lo può insegnare nessuna scuola, solo l'esperienza e il continuo sperimentare, e per me è questo che distingue chi magari ripete le cose imparate a memoria senza modificarle dall'artigiano che crea non solo qualcosa di nuovo ma anche un metodo nuovo..e intanto aspetto di vedere cosa uniranno questi anelli! ciao ciao!
Helena

robe da gatti ha detto...

Uuuuhhh non mi ci far pensare... a quanto odio la bava da tronchese negli anellini, annelli, anelletti, anelloni... roba che ci divento matta e se non trovo la sufficiente limatura che faccia combaciare alla perfezione o quasi, rischio l'attacco isterico e il pezzo - dopo tutto il lavoro speso - viene ripudiato :-) Ammetto che gli anellini piccoli comperati li ho utilizzati qualche volta. Poco, ma a volte sì. Quello del seghetto è un suggerimento geniale!!! Non ci avevo mai pensato. Però un conto è dire, un conto è fare: proverò, vediamo se ci riesco... Grazie Alessia, è sempre bellissimo leggerti (oltre che "ammirarti" ovviamente) e... attendo la nuova meraviglia collanosa :-)

Alessia ha detto...

Che bello leggere voi Helena e Silvia, grazie per i commenti!
Io lo sapete che sono una maniaca delle rifiniture, però stare ore a limare anellini mi aveva scocciato tanto! E ovviamente non è affatto una mia idea quella del seghetto, ma è proprio il modo corretto di operare (eheheh, quasi fosse un'operazione chirurgica!!: i tagli in oreficeria si fanno praticamente solo così :) le altre sono scorciatoie che spesso però pongono poi dei problemi di rifinitura non indifferenti. vi farò sapere se riesco a trovare un altro metodo più comodo per gestire le molle mentre le taglio :)

Grazia ha detto...

Provato...sono perfetti...ecco si la gestione delle molle richiede una certa pazienza ma sara' anche colpa del caldo... :-P

Grazia ha detto...

Provato...sono perfetti...ecco si la gestione delle molle richiede una certa pazienza ma sara' anche colpa del caldo... :-P

iaia ha detto...

Ebbene sì,odio limare gli anellini realizzati da me perchè non mi vengono mai perfetti e quindi grazie per il suggerimento,è da provare assolutamente!!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails