lunedì 5 gennaio 2009

Scaldamani



Fa freddissimo!! Qui abbiamo toccato i meno 6... sembra di stare in una ghiacciaia, ma la bellezza del paesaggio che ti circonda è magica! Alberi spogli e arbusti, perfino l'erba, tutto bianco di ghiaccio, come se fosse passata la Regina delle Nevi (una delle mie fiabe preferite!) e col suo fiato gelido avesse congelato tutto...
Allora servono proprio un paio di scaldamani come questi, che ho fatto da abbinare allo scaldacollo grigio melange.



Il pattern è semplicissimo: montate 34 maglie (ma ovviamente dipende dalla lana e dalle vostre mani!), lavorate a coste 2/2 per 10 ferri poi proseguite a maglia rasata (1 ferro a dritto e 1 a rovescio) per 25 ferri. La treccia è lavorata su 6 maglie e l'incrocio ogni 6 ferri. Chiudete e bloccate il lavoro col vapore. Cucite sul lato lasciando un'apertura per il pollice.

21 commenti:

Anonimo ha detto...

ciao Alessia, visto che mi hai incoraggiata a lasciare commenti, ne approfitto!
molto belli i tuoi scaldamani, anche io ne ho in cantiere un paio, ma prima devo finire un maglione e vedere quanta lana mi avanza. una cosa però...che significa "bloccate il lavoro col vapore"?!! sono una neofita e non ne so nulla di queste tecniche... mi fai capire? se non ti scoccia ed hai tempo, ovvio.

Anonimo ha detto...

ops...non mi sono firmata.
Valeria :)

Alessia ha detto...

Ciao Valeria! Figurati per me è più che un piacere leggere i tuoi commenti e se posso aiutare... Allora io credo di essere una neofita più di te! Mai fatto un maglione ancora, ho ripreso la maglia dopo 20 anni (me l'aveva insegnata mia nonna alle scuole medie...) e per adesso ho fatto solo i lavoretti mostrati qui, però mi sono documentata parecchio online!
Hai presente quando i lavori a maglia hanno quell'aspetto un po' sciatto, le maglie non sono perfette, i bordi si arrotolano ecc? Allora ecco a che serve bloccare (te lo dico all'inglese, che è blocking, in italiano sarebbe forse più corretto "mettere in forma"): quando hai finito un pezzo, prima di cucirlo o assemblarlo, comincia a tirarlo delicatamente in ogni direzione per assestare le maglie, poi fermalo con degli spilli su una superficie piana, coperta da una tovaglia (perfetta l'asse da stiro) nelle dimensioni definitive. Prendi il ferro da stiro e senza toccare il lavoro passalo sopra più volte in modo che il vapore lo bagni per bene. Poi lascia in forma fino ad asciugatura completa. Voilà. L'aspetto sarà molto più professionale... e bello!
Grazie per il commento e alla prossima!

Francesca Righi ha detto...

Ciao Alessia!
davvero belli questi scaldamani! a me poi il grigio piace da matti!! ..e anche il tuo scaldacollo (di qualche post fa)!
Anche a me è ritornata da un pò la passione per il knitting ma devo ancora imparare tantissimo!!
E' uno di quei hobby molto rilassanti (almeno per me è così)!
Buona Epifania!
a presto!
x
;)

Cl@udia ha detto...

Alessia,proprio belli questi scaldamani....
quasi quasi ne avvio un paio....
Grazie per le istruzioni !!!
A presto !!
Claudia

Ilaria ha detto...

Niente da fare Alessia! i ferri da calza mi odiano...di conseguenza ho smesso di amarli pure io!
L'uncinetto però...
Sia i guanti che lo scaldacollo sono fantastici!
Un bacio grande bimba bella!

sempre Fata Bislacca ha detto...

Mi piacciono proprio e poi che dire di quella manina fantasma che sono riuscita ad intravedere solo alla 5a osservazione attenta per comprendere che forma strana avessero.... Ma che fata sbadata!!!

E la spigazione per come "bloccare"??? Tu sei di una meticolosità incredibile, impeccabile. grazie! Intanto ti do la buona notte, ti auguro sogni d'oro! Cathy

L&S_Bijoux ha detto...

Come nn seguirti il tuo blog è ricco di idee!!!ps mi hai fatto venire la voglia di utilizzare la lana presto ti farò vedere cosa ne è uscito fuori....ciao e a presto

Anonimo ha detto...

Grazie mille cara, sei stata davvero gentile! Spiegazione fantastica, metterò sicuramente in pratica la tua tecnica sul mio terminando maglione.
A presto, e grazie ancora
Valeria :)

Giulia ha detto...

ciao Alessia, proprio belli questi scaldamani! io a maglia ho fatto solo una sciarpa e un maglione: il maglione è stato un lavoraccio ma non particolarmente complicato alla fine. Il collo me l'ha rifinito la vicina di casa però! ^__^
le trecce non ho ancora imparato a farle...
bye

Alessia ha detto...

Reduce da una battaglia a palle di neve con le mie nipoti (MERAVIGLIA!!):

Francesca, rilassante se riesci a fare tutto senza contare ogni due secondi, senza impappinarti in un punto etc. etc... Però non vedo l'ora di cominciare qualcosa di nuovo da quando ho finito le sciarpe! Grazie!

Grazie a te Claudia, e si, fatteli un bel paio abbinati alle tue bellissime sciarpe... si fanno in attimo, ti puoi sbizzarrire con coste o trecce o farli lisci e poi decorarli... oddio, me ne faccio subito un altro paio!!

Ila!! Per te i ferri sono come per me la macchina per cucire! Lo sento appena afferro la maniglia che mi odia da morire, ma non le do' tregua, devo conquistarla!! Baci!

Eheheheh!!! La manina fantasma colpisce ancora!! Ti svelo il mio segreto... La foto non era venuta granchè, allora l'ho "girata" in B&W... e smanettando con photoshop per rendere migliore il grigio della lana la mia manina è diventata fantasma, ma l'effetto mi è piaciuto molto e l'ho lasciato! Insomma da un'errore è venuta fuori una cosa carina che non ho la minima idea di come replicare se volessi... Fata sei mitica!

Lucia sono contenta di risentirti! A presto e grazie!

Valeria: di nulla!!

Giulia le trecce mi fanno impazzire, vorrei imparare a fare quelle grandi, gigantesche, e quelle con tanti intrecci... ma fare quelle semplici è veramente facilissimo! Provaci e fammi sapere!

Cl@udia ha detto...

cara Alessia, ecco un link interessante.
Trovo questa tecnica molto divertente....
Dobbiamo assolutamente trovare un modo per unire le forze e fare qalcosa insieme...
secondo me ne uscirebbero davvero cose interessanti...
fai un giro qui :http://www.freeformcrochet.com/

Elisa ha detto...

Cara Alessia,
sei semplicemente geniale! Ho dato un'occhiata al tuo blog ed alla sezione "foto"... Beh, me ne sono innamorata e ho sottoscritto il tuo feed!
Anche a me piace l'accostamento della lana col feltro, sferruzzare e l'uncinetto, ma conosco queste tecniche in maniera molto approssimativa perché nessuno me le ha mai insegnate... sigh. E la tua conoscenza è giunta proprio al momento giusto! Adesso potrò seguire le tue dritte ed i link consigliati :-D
A presto
Buona giornata!
Elisa

Elisa ha detto...

Ah, dimenticavo!
Alessia, sapresti consigliarmi un modello di fotocamera con buon zoom ottico e digitale, oltre a giusto rapporto qualità prezzo, così rompo il porcellino e con i saldi la compro?... Chiedo troppo, eh?!
Buone creazioni!
Elisa

Alessia ha detto...

Elisa, felice che tu mi sia venuta a trovare!
Io ho una Nikon Coolpix di ormai 3 anni fa, ma se devo dirti la verità mi sono pentita tantissimo di non aver comprato una Canon. Non che con la mia non mi trovi bene, ma ho avuto modo di provare una Canon A570 e... muoio dalla voglia di comprarmene una!
Sui prezzi ho visto delle offerte molto buone per questo tipo di macchine, però non ti saprei dire molto di più perchè non sono un'esperta!
Ti consiglio anche io, come Elena, di non usare il flash, ma di fotografare alla luce naturale usando un cavalletto. E poi uso moltissimo Photoshop... mi stupisco sempre di quanto si possano migliorare le foto! Ti ringrazio per il link che hai messo sul tuo blog e per i complimenti!! Sei gentilissima! A presto

Cl@udia ha detto...

Grazie Alessia per i complimenti e per il link.
L'ho già salvato tra i preferiti.....
ora devo solo avviare un'atra sciarpa e provare...
baci !!!!

Merylu ha detto...

Oooh che belli i tuoi scaldamani! Sappi che in questo momento li sto sognando (fa freddissimo anche qui!).
Un saluto e un bacione!
Mary

Alessia ha detto...

Bellissimi e caldissimi questi scaldamani, quasi quasi ci provo anch'io, anche se non riesco a capire come montare le maglie! Sarò stordita???

Ancora senza linea non riesco a girare i miei blog preferiti :((((

Alessia ha detto...

Grazie Ale! Montare le maglie è abbastanza semplice, almeno per come l'ho imparato io un milione di anni fa! Adesso ho scoperto, grazie a nonna internet, che ci sono un sacco di modi per farlo! Quando ti tornerà la linea puoi provare a guardare i video di knittinghelp.com! A presto

Sara ha detto...

Ciao Alessia,
sono una assoluta principiante e quindi volevo farti una domandina ;)
Dove piazzo la treccia? Non in centro immagino visto che poi la copertura sarà laterale ;) Dopo quante maglie faccio la treccia?
Potresti provare a spiegarmi?
Grazie mille
Sara

Alessia ha detto...

Ciao Sara,
la treccia comincia subito dopo la parte a coste, cioè il polsimo.
Per capire dove farla, dividi il lavoro in due parti, le due metà che saranno uno il davanti e uno il retro. E piazza la treccia al centro di una delle due metà. Il buco per il pollice va lasciato lateralmente cucendo.
Spero di aver reso l'idea :)
Buon lavoro!
Alessia

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails