mercoledì 16 settembre 2009

Un nuovo tutorial per orecchini

orecchini corniola 

Rieccomi con i tutorial! Questa volta un paio di monachelle realizzate a partire da un semplice chiodino con pallina. Il chiodino è in genere più resistente rispetto al semplice filo, quindi alla fine mantiene meglio la forma, soprattutto se una volta modellate diamo qualche leggera martellata alla parte tonda, per rinforzare ancora di più il metallo.
Queste monachelle hanno una forma particolare, possono essere realizzate della misura che più vi piace e anche rotonde. Le ho abbinate ad una bella pietra in corniola sfaccettata.
Il tutorial per realizzare gli orecchini lo trovate su Donnaclick.

orecchini corniola

22 commenti:

Val_ ha detto...

Anch'io uso i pennarelli!
Grosso, indelebile e puzzolente per le monachelle tonde, piccino per quelle più piccole.
Molto belle in versione chiodino tondo, sono sicura che il tuo tutorial sarà utilissimo, come sempre del resto.
Buona giornata Ale!
:)
Valeria

Val_ ha detto...

Ps: belle queste pietruzze!

marilena ha detto...

Che bel tutorial!
mi devono proprio arrivare dei chiodini e non vedo l'ora di provare..Grazie! :)

Perline e bottoni ha detto...

SEmbra tutto così facile a guardare tuoi tutorial! Sapessi che sudate ad esempio, quando devo attorcigliare il filo sulla pietra!

*-cipi-* ha detto...

bellissime queste monachelle!!!
grazie del tutorial, me lo vado a vedere subito!

Sara Pacciarella ha detto...

Anche io uso i pennarelli! Grossi piccoli grossissimi...oppure uso un uncinettone gigante :-) Li uso puro per stirare il filo, che a volte si creano pieghe e gobbe brutte, basta una tirata con il pennarello come se arricciassi il nastro da pacchi et voilà, tutto bello dritto e senza pieghe!
Troppo divertente!
Ciao alefaro, bel tutorial, come sempre!
Mua, mua, mua!
Sara.

Anonimo ha detto...

Sei un'eccellente insegnante, il tuo tutorial è chiarissimo e come dice "Perline e bottoni", lo fai sembrare semplice e scorrevole, ma so che non è così, o almeno non lo è per me; pensa che ho riinfilato una semplice collana (nulla di particolare, perle tutte uguali ad inseguirsi per terminare in un "semplice"nodo)per ben tre volte e questo perchè non sono riuscita ad affrancare il nodo come si conviene all'interno di una chiusura a vite. Ma si può? Con il poco tempo che ho a mia disposizione è un vero disastro!Ecco, a proposito, lo imbastiresti un tutorial sui nodi? Così, FORSE, riuscirò a rimontare le altre collane che aspettano disfatte in una scatola! Ti abbraccio con il più sincero affetto e ti bacio. Monica indaco
P.s. Desideravo dirti che ho amato moltissimo anche il post del porta gomitolo, splendide idee e pensare che i miei gomitoli conoscono solo le sportine di plastica e nulla più(però sono, rigorosamente, quelle dei negozi di acquisto!!! Vuoi mettere?)Ciao!

Pulcinsky - my jewelry box ha detto...

Ehhh mi associo anche io al club del pennarello!!! Mi piacciono le monachelle homemade, non le trovo sempre adatte, ma sono ottime per alcuni tipi di orecchini.
Grazie per il tuo commento in cui ti preoccupavi per la mia mano...il peggio é passato, ora tasteggio di nuovo con due, é che due settimane fa in ufficio volevo tagliarmi della frutta, con il risultato che una prugna se ne é rotolata via ed il coltello mi si é infilato tra pollice e il resto della mano, cosi sono dovuta andare per forza al prontosoccorso e mi hanno messo i punti.
La cosa che piú mi irrita (apparte i dolori dei primi giorni), é che ho perso due settimane di creativitá...ora sembra una cavolata, ma dovendo partecipare ad un evento a fine settembre, mi é capitato proprio in un momento non idoneo...non importa ora posso riutilizzare la mano e metteró l´acceleratore :-)
Un bacio

Marga

DRINA ha detto...

Io ti dico solo una cosa...sembra che ti stia lasciando un commento ma in realtà sto già andando a provare a farle queste monachelle!!! Bacio Ale

La stanza di Miss Lizzie ha detto...

Prezioso tutorial questo, io che sono un'innata pasticciona mi serviva proprio...
Baci
Giuliana

The Indie Handmade Show ha detto...

Non me ne perdo uno..
Maga delle monachelle!
Smack smack!

alteaperle ha detto...

Bello questo tutorial, non avevo mai pensato che si potessero fare con questo tipo di chiodini (che però in Italia sono un po' difficili da reperire!), ne ho alcuni e farò delle prove! Grazie Alessia

cRiSTiNa ha detto...

Ottimo suggerimento e tutorial impeccabile! Non mi resta che cercare in giro dei chiodini con la pallina! ^__^
cRy

Tibisay ha detto...

Come sempre grazie di condividere i tuoi "segreti"!!!

Daniela B. ha detto...

Che belli gli yarn holders!! :-)
adoro quelli di terracotta..non sapevo esistessero!
un abbraccio
daniela
se ti va vieni a leggere
www.ilcoltellodibanjas.blogspot.com

Anonimo ha detto...

belle! non ho capito dove dare la martellata per rendere il metallo più resistente, cioè la parte tonda. mtv

AbcHobby.it ha detto...

bellissime queste pietre!!!
ciao eli

elena ha detto...

Alessia, sei un mito!
Non mi era ancora venuto in mente di fare le monachelle, personalizzandole. Visto così non sembra difficilissimo. Ci proverò sicuramente.
Grazie.
Ah, a proposito! Non mi è arrivata la tua mail con la spiegazione dei guantini, me la rimandi, per favore? Vorrei proprio realizzarli.
Elena

Anonimo ha detto...

GRazie delle tue belle e chiare spiegazioni.
ciao
Anto sb

Ilaria ha detto...

Tesoro... sei una continua fonte di apprendimento! E cavoli, il tutorial è fatto veramente ad arte: sei very grandiosa come sempre!
Baci baci e ancora baci!!

pris ha detto...

Come al solito, idee bellissime sul tuo blog. E sono belle proprio perchè ti insegnano a fare qualcosa di nuovo e ti suggeriscono come applicare quello che hai imparato in altre nuove creazioni.
Del resto, chi ha questa passione non ha interesse a "copiare" ma cerca sempre di scoprire cose nuove e di scambiare ispirazioni, no?
Complimenti!

Alessia ha detto...

mtv, la parte tonda da martellare è quella che nelle foto vedi modellare attorno al pennarello. Martellare serve a rinforzare il metallo ed eventualmente, con più decisione, lo appiattisce.

Eli, sapessi quanto poco ho pagato queste belle pietre... Erano un braccialetto di quelli elastici, venduto su una bancarella... ne ho altri da mostrare, uno ametista e uno in pasta di turchese...

Ila, il mito sei tu!

Pris, non sai quanto è gratificante leggere queste tue parole! Grazie di cuore!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails