mercoledì 4 gennaio 2017

Un nuovo inizio

And to make an end is to make a beginning. 
The end is where we start from. 
T.S. Eliot

La fine è il punto da cui iniziamo. Da cui a volte ri-cominciamo. 
Prima di rimettersi al lavoro, di decidere che direzione prendere, come prepararsi ad affrontare un nuovo inizio, ti chiedi se hai dato il meglio, se sei contenta di te. Guardi indietro, e per una volta è meno difficile di quanto pensavi. Per una volta sei orgogliosa del coraggio che hai avuto, di aver continuato quando non sapevi come fare, e dove trovare la forza. E la verità sai bene qual'è: sei andata in pezzi e solo quando hai smesso di cercare di rimetterli insieme, di tornare intera, com'eri prima, solo quando hai capito che dovevi fare con quel che restava (cosa, come, non lo sai ancora) hai ricominciato a camminare. 

Branding Beads and Tricks
Ho ri-cominciato da me. Ho rimesso in gioco tutto, ho cercato degli obbiettivi, ho fallito spesso nel perseguirli, non mi sono arresa. Ho cambiato molto, così come questo tempo ha cambiato me, e ancora tanto c'è da cambiare. Ma ho ricominciato da me e dal mio sguardo diverso sulle cose, sulle persone, su me stessa. Ho smesso (spero) di darmi alibi e di darne agli altri. 

Mercatini Beads and Tricks 2016

Così ho lavorato in questo anno passato, con fatica immensa a volte, e ho fatto molte cose di cui sono orgogliosa. Oggetti, relazioni, esperienze preziose. 
E ho continuato a camminare, prima solo con dolore, poi anche e di nuovo con amore. Cammino e l'anima si fa leggera, e riesco ancora a vedere quanta bellezza ci sia intorno a me, quanta meraviglia possa ancora provare, quanto tutta questa vita sappia ancora risuonarmi dentro.

Fotografie Beads and Tricks
Camminando, lavorando, guardando fuori e dentro di me. È passato un anno.
Ho salutato il nuovo sperando. Camminando. Sorridendo. Dicendo grazie.





9 commenti:

antonella lamarra ha detto...

ciao alessia sento molto mio quello che hai scritto. Conosco bene il senso dell'andare in pezzi, del dolore che genera questa distruzione, ma per fortuna comincio a conoscere anche il senso di leggerezza che è ancora possibile trovare nella meraviglia del guardarsi attorno e nello scorgere della bellezza che ci circonda. Si ricomincia per fortuna, a volte con affanno, ma la buona notizia è che comunque si ricomincia. Buon 2017

Alessia Spalma ha detto...

Ciao Antonella, grazie per il commento... sai, so bene che non ci si crede, perché anche io non avrei mai creduto di poter essere qui, oggi, in piedi, a scrivere quel che scrivo. E non è indolore questo rimanere in piedi, e niente è come prima. Ma c'è una forza nuova in questo cambiamento, c'è una consapevolezza di sé nuova. Spero con tutto il cuore che sia così anche per te.
Un abbraccio e tanti auguri :)

ilaria anselmi ha detto...

Che bello leggere queste tue parole Ale. Sono davvero felice che tu ti stia ritrovando!!!
Love sempre bambina bella!

Ila

Linee Curve ha detto...

Brava, dico solo questo, brava!
Buon anno!

Babijoux ha detto...

Bimba...cosa aggiungere a delle parole così sofferte, ma anche così belle? Forse solo il mio affetto per te, sempre e per sempre.

Alessia Spalma ha detto...

Ila, grazie :) ti abbraccio forte!

Grazie Gabriella, davvero, grazie di cuore! Buon anno anche a te!

Bimba... tu sai. Sempre e per sempre nel mio cuore

Monica Fe ha detto...

Che meraviglia trovarti così ... un'Alessia come da tanto aspettavo, non ripiegata su se stessa, ma fiduciosa e aperta al futuro malgrado le avversità della vita, consapevole delle proprie abilità e potenzialità. Brava, mi piaci così e mi piace la tua arte, amo i tuoi gioielli, che sono sempre più raffinati e unici. Complimenti Alessia e che l'anno nuovo ti regali tanto bene e tante soddisfazioni.
Un abbraccio caro e affettuoso,
la tua bluindaco Monica

iaia ha detto...

Non sarai più la stessa di un tempo, ma secondo me sei più forte di prima e per chi ha la fortuna di conoscerti sono sicura tu sia più bella di prima dentro e fuori! In bocca al lupo.

Silvia De Rossi ha detto...

Cara Alessia,
non ti conosco personalmente, ma ho avuto modo di apprezzare le tue creazioni che ho spesso scelto come regali per le persone a me più care. Npn avevo colto tanto dolore, ma molta sensibilità, purezza delle linee ed eleganza. Forse alla tua arte era già chiaro qualche cosa di cui tu non eri ancora consapevole.
Continua su questa strada perchè quello che ci rende grandi non è il fatto di non cadere, ma la capacità di rialzarci e continuare il cammino sulle nostre gambe. Ti mando un abbraccio ed un augurio per un 2017 sereno e pieno di nuovi progetti.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails