giovedì 26 aprile 2012

Orecchini senza nome: ottone e visioni

L'ottone mi ispira questo... mi ispira oggetti un po' primitivi, o forse sono io che sto cambiando un po' modo di vedere, oppure sono i materiali che influenzano il nostro modo di creare e di vedere. Più probabilmente è un insieme di tutti questi elementi, più qualcos'altro che forse è più intimo e personale. E' sempre difficile capire quello che succede nella testa, o forse anche da qualche parte più a fondo, quando cominciamo a realizzare qualcosa con le nostre mani. Quali meccanismi si mettono in moto, quali associazioni, quali sentimenti. Però più vado avanti in queste settimane (con grande fatica devo ammettere) più vedo che i risultati sono differenti.

orecchini ottone martellato

Questi orecchini (come gli altri che vi ho mostrato, fatti solamente di ottone) sono il risultato di questo insieme di cose. La voglia di vedere la superficie del metallo cambiare colore, usare un martello appositamente modificato (olio di gomito e Dremel ovviamente!) che lascia questi strani solchi oblunghi.
E ho ancora usato i rivetti, cambiando un po' modo di approcciarmi a questa tecnica, che con il filo di ottone secondo me dà risultati migliori, anche se è un po' più faticoso da realizzare, e in questo caso lascia il rivetto più in evidenza e in rilievo. La struttura dell'orecchino è rigida, ogni tondino di metallo fissato sull'altro.


Ma non hanno ancora un nome...


13 commenti:

Valentina ha detto...

evoluzione Ale.... l'ispirazione arriva da qualsiasi piccola cosa... sono meravigliosi...

Deborah ha detto...

davvero molto belli...complimenti..materiale stupendo e con una resa eccezionale...e poi i tuoi post sono sempre molto interessanti da leggere..bravissima!!!
Ciao Deborah

Cl@udia ha detto...

bellissimi, essenziali...io come li ho visti ho pensato ad un nome : Sahara path....

mi hanno ispirato questo !!

Sara ha detto...

Molto belli... ma non sono molto brava per i nomi... mi è venuto solo
"Three circle", banale...

D-chan ha detto...

Ah, non si chiamano "Ottone e visioni"? Sarebbe un nome appropriato... o anche solo "Visioni" se ti fa piacere...
Credo che tu abbia scelto per il post un titolo che dice tutto ;)

Lettera pSy ha detto...

Cara Ale, da quanto tempo non passo a commentarti! [Tu sospesa... io interrotta... ;-)]

Trovo meravigliosi questi orecchini e la texture che hai conferito all'ottone.

A me fanno pensare a tante piccole "lune nascenti" o meglio ancora allo spostamento della luna nella notte. Il suo faticoso incedere sospeso descritto attimo dopo attimo.
Lasciale completare la sua traiettoria; indugia ancora nell'atmosfera notturna.

Tra un po', vedrai, sarà l'alba.

Un grande abbraccio,
cRy

Cri ha detto...

quando descrivi il tuo lavoro sembra di leggere una poesia ;) questi orecchini sono altrettanto poetici e bellissimi!!!

Martina ha detto...

devi assolutamente trovarci un nome perché sono troppo belli**

Simona ha detto...

bellissimi! l'ottone regala suggestioni davvero particolari, soprattutto lavorato in questo modo!

Anonimo ha detto...

Di gran classe, come sempre...
Ti devo assolutamente scrivere, ho avuto dieci giorni pienissimi ma appena posso ti mando una mail.
Rosa Maria

Alessia ha detto...

Grazie ragazze!! Ogni commento mi fa sorridere e pensare, e i nomi che avete trovato, sia qui che su Facebook!!! uno più bello dell'altro! :))

Laura Morosoli ha detto...

Alessia, quanto sono preziosi i tuoi gioielli, li adoro!

Sei bravissima.
Una montagna di complimenti ;)

Alessia ha detto...

Grazie mille Laura, davvero :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails