mercoledì 21 marzo 2018

Ispirazione natura

Ma potrei anche dire: ispirazione allieve, ispirazione lavoro. Quelle classiche cose che ti sfiorano la mente mentre stai spiegando a qualcuno come ottenere un risultato e rimangono lì, in testa da qualche parte. Così è successo che dopo una lezione sul foldforming avevo un nuovo pezzo lavorato con la tecnica del chasing on air, e insieme ad un altro fatto in precedenza ho deciso di lavorarci e tirare fuori qualcosa. Ma dalla svogliata idea iniziale di ricavare dai due pezzi un paio di orecchini, come spesso mi accade le mie mani hanno iniziato a fare da sole... a un certo punto i due pezzi si sono avvicinati e ho visto qualcos'altro.

Pendente in rame forgiato a mano
I due pezzi formavano una sorta di seme, immaginario ma reale, una noce trovata in qualche bosco delle fiabe. Far combaciare tutto per poter saldare le due metà non è stato semplice, proprio perché i pezzi erano stati lavorati singolarmente e tagliati senza prevedere la saldatura. Ma ho provato lo stesso, ogni tanto è bello lasciarsi trasportare dagli imprevisti, anche se magari saranno dei completi fallimenti, oppure invece avremo la sorpresa di riuscire a farne qualcosa di bello. 

Collana in rame, catenina in argento e pendente in labradorite
Da subito ho capito che ne avrei fatto uno di quei pendenti leggerissimi da portare lunghi con catenine sottili, perfetti per l'estate. Come completarlo? Con una sorta di piuma, un tocco di luce leggero, una bella labradorite a forma di goccia irregolare e allungata. L'ho montata come spesso faccio, con una montatura leggerissima a griffe che lascia libera tutta la luce e i riflessi della pietra anche sul retro.


C_071
Rame, argento e labradorite



0 commenti:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails