venerdì 30 novembre 2012

Maglia in Italiano: Valentina Cosciani

Valentina, in "arte" Artherapy. Se non la conoscete ancora dovete, assolutamente. Per la sua grande ironia e soprattutto autoironia (che non è da tutti ed è un dono prezioso), per le sue lezioni semiserie sulla moda, e sulle "forme delle donne", per i suoi raffinati modelli a maglia, rigorosamente in italiano.
Gli ultimi sono assolutamente  strepitosi, raffinati come è lei, e allo stesso tempo portabilissimi e semplici. Era da un po' che volevo presentarvela, ma eccola attraverso le sue immagini e i suoi lavori:

Tutte le foto sono di Paolo Bonivento

Spaghetti: un bel cardigan a maniche corte, con dei bellissimi decori sul dietro e sulle finte tasche davanti, lavorato in tondo in un unico pezzo senza cuciture, top-down.


Tortellino: una cappa coprispalle deliziosa. Amo il dettaglio della nervatura centrale costituita dagli aumenti, è realizzata in modo davvero interessante e raffinato e, che tra l'altro slancia ogni tipo di figura. Lavorato sempre senza cuciture (un'altra cosa che adoro!) coi ferri circolari, top-down.


Eggnogg: un collo, una sciarpa, un coprispalle. Un modello semplice e versatile, lavorato in tondo senza cuciture con un punto reversibile ed elastico che permette al collo di essere indossato in diversi modi.

Vi ho abbastanza incuriosite? Modelli gratuiti, in italiano, bellissimi.
Andate a conoscere Valentina sul suo blog:
Artherapy
E su Ravelry:
Valentina Cosciani

E vi ricordo come sempre la mia pagina con tantissimi modelli a maglia gratuiti e in italiano:
Schemi a maglia


mercoledì 28 novembre 2012

Mercatino: Un Natale fatto a mano a Milano

Oggi solo un piccolo post per invitarvi a venire a trovarmi questo fine settimana a Milano. Un laboratorio di ceramica, Lamarti, ospiterà una piccola esposizione dove potrete scegliere con  calma e largo anticipo i vostri regali di Natale! Naturalmente regali fatti a mano, con amore e passione. Bijoux, accessori, tante piccole belle cose da regalare e da regalarsi.


Insieme ad Elisa, una meravigliosa amica che magari molti di voi conosceranno:
E ad Elena:
E alla padrona di casa Martina De Michelis, ovviamente, e ad un'altra creativa che non conosco ma che non vedo l'ora di ammirare dal vivo perché mi dicono che sia una cesellatrice, Marta Guidi.

Sabato e domenica dalle 10 alle 19 ci trovate da Lamarti, a Milano in via Briosi, zona Città Studi. Non c'è numero civico purtroppo ma, come leggete nella locandina, ci trovate ad angolo con via Saldini.

Vi aspetto, per me probabilmente sarà l'unica uscita pubblica di queste feste, per cui approfittatene! :)  


lunedì 26 novembre 2012

Un (grande) ciondolo

{Beads and Tricks & FossalonArt}

Vi stiamo sommergendo di quelli che ormai chiamiamo FossalonTricks? In verità siete voi che ci state sommergendo di affetto, con l'accoglienza straordinaria che avete riservato alle ultime cose che abbiamo pubblicato. Questa settimana la iniziamo così, con una visione, perché per me questo oggetto, questo grande ciondolo, è una visione.

Vedo me intenta a forgiare quella piega sul rame per un tempo infinito, finché il rettangolo che ho fra le mani non diventi un cerchio.
Vedo un pomeriggio di primavera, caldo e nuvole, a metter insieme le due parti, la base di corda e sabbia e il cerchio in rame. A forare e inserire i fili che uniscono sottili quello strappo in alto, come punti di una cucitura.

Ciondolo in corda, rame sabbia e frammenti di conchiglia

L'ho vissuta poco, questa creatura, perché Alberto l'ha portata in giro per i mercatini quest'estate e poi, in un soffio, non c'era già più. La bellissima foto che vedete è sua infatti, io non sono riuscita nemmeno a fotografarlo.
Alla ricerca delle emozioni che hanno accompagnato la nascita di questo pezzo ho ritrovato l'immagine dei vari pezzi semplicemente accostati che Alberto mi ha mandato quando ha iniziato a lavorare alla sfera di frammenti, che per me rimane la parte più bella di questo pezzo. Una cosa solo immaginata fino a quel momento, raccontata a parole, fermata sulla carta (perché io non riesco a "vedere" solo attraverso le parole), diventa vera in un attimo. Ed è esattamente come ce l'eravamo raccontata, anzi, forse anche di più. Se lo dovessi descrivere non saprei da dove iniziare. Dai vari piani che lo compongono, cerchi concentrici che guidano l'occhio verso la sfera al centro? O dalle diverse consistenze? forse è quella la cosa che mi affascina di più, a parte l'idea di fondo. Poter apprezzare sotto le dita, ma allo stesso modo con lo sguardo, la materia in forme così diverse: la sabbia sottile e chiara, il rame con la sua forza, e i segni del martello, e i frammenti luminosi di madreperla.

***********

Per chi non avesse letto della collaborazione fra me e Alberto:
Beads and Tricks & Fossalonart

E per chi fosse interessato ad avere più informazioni:
alessias@email.it
fossalonart@gmail.com 

mercoledì 21 novembre 2012

Melagrana

{Beads and Tricks & FossalonArt}

Devo confessare che questi oggetti sono una specie di sogno. So per certo che un giorno io (si proprio io!) li ho disegnati sulla mia agenda, particolareggiati e precisi, esattamente come poi li abbiamo realizzati. Ma era troppo bello per essere vero... Qualche tempo dopo, parlandone con Alberto, mi sono resa conto (come appunto svegliandomi da un sogno) che era stato lui a parlarmi di qualcosa di simile, sicuramente me lo aveva descritto in ogni particolare come fa di solito, e io avevo capito meno di niente, come faccio di solito... Però pare che il mio cervello, a mia totale insaputa, immagazzini le informazioni meglio di quanto io possa credere. Ed è stato così che ho realizzato questi tondi in rame lavorati con la tecnica del foldforming e imbutiti.

Ciondolo e orecchini in rame, corda, sabbia e frammenti di conchiglia

Il taglio, la spaccatura, l'ho modellata perché non fosse rozza, ma avesse curve e grazia, per lasciare intravedere l'interno, la parte in corda ricoperta di sabbia e quella piccola scia di frammenti di conchiglia che ne accompagna delicatamente il contorno.

Orecchini in rame, corda, sabbia e frammenti di conchiglia

Melagrana, chissà perché mi è venuto in mente questo frutto. Nel senso che sicuramente le forme di questi orecchini e di questa collana possono essere ricondotte a chissà quante altre cose. Ma io amo la melagrana, il suo colore, il suo sapore dolce e acidulo insieme. Mi piace, come tutte le cose che al loro interno nascondono un "segreto", i suoi chicchi rossi e il modo in cui si offrono anche solo rompendo la buccia con le dita. E forse i miei studi di letteratura e di arte mi hanno impresso nel subconscio simbologie di ricchezza, di fertilità, fortuna e abbondanza.

Ciondolo melagrana indossato

Qui i chicchi sono minuscoli granelli di sabbia, e frammenti bianchi di madreperla. Luce sotto alla scorza "morbida" ma allo stesso tempo coriacea del rame, con le sue pieghe e i suoi solchi. Un guscio di metallo che contiene il mare.


***********

Per chi non avesse letto della collaborazione fra me e Alberto:
Beads and Tricks & Fossalonart

E per chi fosse interessato ad avere più informazioni:
alessias@email.it
fossalonart@gmail.com 

lunedì 19 novembre 2012

Mai smettere di sognare, un anno dopo

Ripenso alle emozioni di un anno fa, oggi che sono stanca e che forse non vorrei nemmeno mettermi a scrivere, ma vorrei solo avere tempo per rimettere insieme i pezzi di questa esperienza. Ripenso a quei momenti e a come li ho vissuti l'anno scorso. Ci ripenso con tenerezza e con gratitudine. Rileggo le parole che ho scritto poi e penso fra me e me che questa volta non riuscirò a trovarne di così belle per descrivere quello che provo.

Diverso ma uguale
Il Mondo Creativo, un anno dopo. Mi ritrovo a fare un bilancio di un anno di lavoro, di esperienze e di vissuto. Non avrei mai pensato che tante cose della mia vita sarebbero cambiate in così poco tempo. Che sarei cresciuta così tanto, che avrei sofferto così tanto, che il mio lavoro sarebbe cambiato tanto, che tutto intorno a me avrebbe preso altre forme e altri contorni.

Foto di Ilaria Calvanese

Quest'anno era tutto diverso perché io sono diversa. Perché avevo meno paura. Perché avevo più fiducia in me stessa. Perché il mio lavoro è diverso e me lo avete detto in tanti, con affetto.
Tante cose diverse ma tante uguali... I volti "conosciuti": che bello rivedere le stesse facce attorno a quel tavolo, le persone che ho conosciuto l'anno scorso tornate per incontrarmi, ancora attente e ancora sorridenti... bello parlare di me, parlare di voi, sapere che avete cominciato a lavorare o ci avete creduto di più dopo avermi incontrata. Un grande orgoglio per me vedere i vostri sorrisi, e la voglia di abbracciarci come vecchi amici.


Il mio lavoro
"Scusi, è lei la signora di Beads and Tricks?" Capita di sentirsi chiedere anche questo! o che la vicina di stand, una restauratrice appassionata di ceramica, che crea delle bellissime cose, sia una mia lettrice. O che una ragazzina di massimo tredici anni svuoti il portafogli per vedere se può arrivare con tutte le monete a prendere uno dei miei amuleti. O che parta un applauso quando finisci di parlare. O che perdi il filo del discorso e vorresti sotterrarti, e invece sei circondata da tanti sorrisi. Capita di arrossire perché pensi che i complimenti che ricevi siano davvero troppo... capita di essere così innamorati del proprio lavoro da perdersi a raccontare di come è nato un pezzo, o una patina, o una forma.
Il mio lavoro è cambiato insieme a me. E tante persone me lo hanno detto e mi hanno incoraggiata a proseguire per la strada che sto percorrendo, anche se io non so bene che strada sia, e dove vada.


E... grazie
La parola che spero di non smettere mai di dire.

Grazie a Dremel ancora una volta per aver creduto nel mio lavoro, per tentare strade nuove e dare spazio ai creativi, a persone sconosciute armate solo della loro passione.
Grazie a  Ba che era con me anche solo per un giorno, ma anche quando mi sono sentita persa la prima sera, e sempre col cuore.
Grazie ad Alberto, per i nostri lavori che sono stati ammirati oltre ogni nostra previsione. Un pezzetto di Fossalon era con me e la sabbia ha incantato.
Grazie a Barbara Mammafelice, per il grande affetto con cui mi accoglie sempre e per avermi ascoltata.
Grazie a Barbara Speedy e a Beta, che gioia incontravi...
Grazie a Monica. La mia amica. Che mi ha "ripresa" per quasi un'ora pazientemente, mi ha ascoltata, ha asciugato le mie lacrime, mi ha fatta sorridere e mi ha abbracciata tanto. E grazie ad Andrea che ha un sorriso meraviglioso.
Grazie a chi non c'era ma c'era, perchè è sempre con me: i miei amici, le persone che mi amano nonostante io sia una gran rompiscatole...
Grazie a chi è venuto, a chi è tornato, a chi mi ha fatta emozionare e a chi ha portato a casa un pezzetto di me. Grazie di cuore davvero, spero di non tradire mai questo affetto e questa fiducia.


venerdì 16 novembre 2012

Destinazione Bologna

Mentre voi leggete io probabilmente sarò in treno o starò entrando in fiera.
Oggi solo un piccolo post per invitarvi a venirmi a trovare se potrete: sarò per tutto il fine settimana, 16/17/18 Novembre, a Bologna al salone dell'hobbystica Il Mondo Creativo. Mi troverete allo stand della Dremel, B38-B40 pad. 22, con due dimostrazioni al giorno.

Dimostrazioni fiera Beads and Tricks e Dremel

 Vi aspetto e seguitemi su Facebook, cercherò di aggiornare spesso dal vivo!

mercoledì 14 novembre 2012

Orecchini con sabbia e frammenti

{Beads and Tricks & FossalonArt}

Perché la collaborazione fra me e Alberto non ha prodotto soltanto pezzi grandi e importanti. Ci siamo posti fin da (quasi) subito l'obiettivo di creare anche delle cose un po' più semplici e facili, anche se la natura stessa di quello che facciamo non rende semplicissimo questo compito, e forse ci viene più naturale, lavorando insieme, creare dei pezzi più elaborati. Ma abbiamo provato anche a semplificare, a creare delle basi in rame da decorare poi con la corda, la sabbia e i frammenti per creare degli orecchini. Pare che l'esperimento sia piaciuto perché le prime due paia che abbiamo realizzato sono state vendute quasi subito.

Orecchini in rame, corda, sabbia e frammenti di conchiglie

Quella che vedete nella foto è una semplice base tonda in rame, con due tagli decorativi ai fianchi, che hanno allo stesso tempo la funzione di dare maggiore appiglio alla corda per avvolgere stretto questo tondo in metallo. La corda è poi stata ricoperta di sabbia e, come tocco finale, Alberto ha aggiunto una sottile striscia di frammenti di conchiglia. Un sentiero di sabbia che abbraccia il metallo... Ogni volta che vedo questo elemento accostato al rame mi da' una bellissima sensazione, mi piace la consistenza e il fatto che sia percepibile al tatto come alla vista in un modo tanto diverso dal mio materiale.

Quest'estate i nostri pezzi hanno girato per lo più con Alberto per tutti i mercatini a cui ha partecipato, e perciò sono felice di dirvi che se avete voglia di vederli dal vivo, toccarli e magari anche indossarli, ne troverete una selezione con me in fiera a Bologna questo fine settimana (e la mia emozione cresce...): porto un po' di FossalonArt con me a Il Mondo Creativo (Stand B38-B40 pad. 22), speriamo vi piaccia e vi entusiasmi.


***********

Per chi non avesse letto della collaborazione fra me e Alberto:
Beads and Tricks & FossalonArt

E per chi fosse interessato ad avere più informazioni:
alessias@email.it
fossalonart@gmail.com

lunedì 12 novembre 2012

Rame e argento per una collana

Dopo tanto tempo una collana. Si, in effetti non faccio solo orecchini come si potrebbe pensare, e ho diverse collane che ho realizzato quest'estate e che ho già portato in giro a tutti i mercatini che ho fatto, ma che non vi ho ancora mostrato. Ricordo qualche mese fa, quando ho cominciato a focalizzarmi su certe cose, e ho cercato di capire quale direzione dovesse prendere il mio lavoro, ero in ballo coi mercatini e mentre la mia testa diceva "cerca di fare pezzi facili, tanti orecchini che sono la cosa che si vende di più..." le mie mani e forse anche il mio cuore, o qualunque cosa sia a guidarle, andavano da sole e il mio tempo è stato inghiottito dalla realizzazione di queste collane, nuove, diverse, con un girocollo particolare fatto di elementi grandi e rigidi e un pendente importante.

Collana in rame e argento, foldforming

Niente di facile in effetti, ma volete mettere la soddisfazione una volta finiti questi pezzi? Un fiore grande, tanto rame, ma anche un po' di argento nel punto centrale del fiore e nell'aggancio al girocollo. E certo la magia del foldforming, che permette di ottenere queste forme armoniose e morbide.

Collana in rame e argento, foldforming

Eccola qua, indossata. E se avete voglia di vederla da vicino la trovate con me in fiera a Bologna nel fine settimana. Vi aspetto!!

venerdì 9 novembre 2012

Il Mondo Creativo, tra una settimana

La prossima settimana a quest'ora sarò in treno diretta verso Bologna. Voi che avete vissuto con me l'avventura rocambolesca dell'anno scorso direte che quest'anno sarò di sicuro più preparata, più tranquilla, più all'altezza della situazione. Invece ovviamente no. E si che al ritorno da Creattiva mi ero detta che ce la potevo fare ad arrivare preparata questa volta. Ma niente, miei cari lettori, niente di niente. Da un anno, esattamente quasi, è tutto così, un inseguimento della serenità necessaria per lavorare, ma in questo post non voglio tediarvi per l'ennesima volta con le mie paturnie, solo ricordarvi di questo appuntamento.
Dal 16 al 18 novembre, per tutti e tre i giorni de Il Mondo Creativo, mi troverete allo stand Dremel con le dimostrazioni quotidiane, due al giorno (su Facebook al più presto tutti i particolari e gli orari precisi).

Dremel e Beads and Tricks dimostrazioni a Bologna

In fiera quest'anno ci saranno tante novità, innanzi tutto per Dremel, con la premiazione del concorso I like Dremel. La fiera si farà in tre quest'anno: oltre alla creatività e alle arti manuali sarà presente al solito il Model Game, lo spazio dedicato al modellismo il sabato e la domenica, e inoltre anche The Cake Show (è la nuova moda e ci dobbiamo rassegnare!) che sarà ospitato in un intero padiglione. E poi il Knit cafè e tante altre iniziative collaterali.
Io vi aspetto come sempre a braccia aperte, e non vedo l'ora di incontrare ancora amiche come Beta, Barbara Mammafelice, e tutte le blogger che saranno presenti nello spazio ABC Blog. E tutte voi che verrete a trovarmi coi vostri sorrisi e le vostre domande. Non vedo l'ora!!

mercoledì 7 novembre 2012

Ricominciare dal rame e dalla corda

{Beads and Tricks & FossalonArt}


Non eravamo spariti, ed è stato molto bello in questi mesi sentirsi chiedere del mio lavoro con Alberto. Siamo qui e ricominciamo da un pezzo speciale per me. Uno dei primi che abbiamo realizzato insieme e il primissimo che ho finito io. 
Una gabbia, una piccola gabbia, che all'interno ha incastrata una lastra di rame, con le sue pieghe, i suoi incavi, i segni del mio martello. Quando Alberto l'ha presa era solo questo, una lastrina di rame.

Pendente rame, corda e sabbia

Quando l'ho riavuta indietro era parte di un oggetto, era diversa, e mi ha conquistata. Per la sabbia che sporca la superficie del rame. Per la forma in cui è incorniciata. Per l'equilibrio. Per quei fili sottili che senza toccarla sembrano sostenerla.
E poi toccava a me. Questa è stata la parte più difficile. Io lavoro col metallo, i miei gesti non sono quasi mai molto controllati, le mie mani si sono abituate a certe consistenze e a certe resistenze... Io sbatto le pinze sul tavolo, tiro il filo per dargli la giusta tensione, piego e riapro... Mi sono ritrovata davanti questa creatura che, nonostante quello che mi diceva Alberto, per me era una fragile creatura di corda e ogni mio tocco poteva distruggerla. E stavo male al solo pensiero.

Pendente rame, corda e sabbia

Per giorni non sono riuscita a decidermi a prenderlo in mano e forarlo, e finalmente montare l'aggancio del pendente. Non è stato facile credere che alla fine non l'avrei distrutta ma sarei riuscita a mettere quello che mancava. Quella leggera curva in alto.

Pendente rame, corda e sabbia

***********

Per chi non avesse letto della collaborazione fra me e Alberto:
Beads and Tricks & Fossalonart

E per chi fosse interessato ad avere più informazioni:
alessias@email.it
fossalonart@gmail.com 

lunedì 5 novembre 2012

Un pomeriggio di novembre

Che strano per me scrivere un post nel pomeriggio... sono proprio una maestrina precisina come mi dice qualcuno! Scrivo sempre la mattina e ho abbastanza chiaro cosa scrivere. Oggi no. Da un po' di tempo la mia vita va così. E io forse mi attacco alle abitudini, alle poche certezze che ho, tenacemente. Poi, quando qualcuna di queste certezze vacilla, devo affrontare il fatto che forse non sono così precisa come credo, e forse non devo esserlo. A volte, in certe giornate, le parole non vengono fuori come vorresti e non sai proprio cosa tirare fuori dalla testa, perché dentro hai tanto, troppo altro.
Giri fra le foto, e cerchi qualcosa da dire, una storia da raccontare. E no... oggi la storia da raccontare sono le mie mani sporche, la mia testa vuota, i miei pensieri lontani, la fatica che faccio a lavorare, il tavolo pieno di oggetti appena patinati da ripulire, lucidare e poi montare. Molti ancora dovranno raccontarmi cosa vogliono diventare. Alcuni li riconoscerete...

work in progress rame patinato

Una foto presa al volo dal mio tavolo. Quello che non sentite è l'odore dell'aceto, del fegato di zolfo, quello che non vedete è la polvere nera sulle mie mani. Però vorrei farvi sentire me. Perché quando mi dite che sui pezzi che creo rimane qualcosa... ecco. Questo qualcosa forse sono io e io sono anche così. La voglia di spaccare qualcosa, la testa da un'altra parte, le parole che non vengono fuori.
Vi prometto di meglio ma oggi sono questo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails