lunedì 30 agosto 2010

Fast knitting: la maglia veloce

Volete diventare fast knitters? Le armi sono i ferri circolari, il metodo continentale e qualche suggerimento.
A darceli è la mitica Emma Fassio, autrice di patterns geniali e semplici a un tempo, in cui la semplicità è conquistata attraverso la costruzione intelligente e innovativa del capo, grazie alle tecniche più moderne (almeno in Italia): top-down, e aumenti gettati danno forma alle sue cappe, ai suoi scialli, a tutte le meraviglie che ci ha regalato, dall'Azzu Shawl al Rosa's Caponcho.
In questo video Emma knitta come un fulmine!!


E sul suo blog altri video sul metodo continentale. Da non perdere.

lunedì 23 agosto 2010

Swarovski: nuove forme e colori per l'AI 2010/11

Come forse già vi avrò detto io non amo gli Swarovski e i cristalli in generale, amo cose un po' più pacate, lo sbrilluccichio troppo accentuato non è il mio forte. Però non si può far finta che la Swarovski non faccia tendenza e che poi le sue forme e i nuovi colori che presenta ad ogni stagione verranno copiati, o imitati, insomma li ritroveremo in altri componenti e quindi perché non dare un'occhiata alle novità?
E trovo fra queste novità qualcosa che mi piace, il colore Greige, una via di mezzo molto interessante fra il grigio e il beige, che personalmente mi fa impazzire! Un colore neutro, luminoso e molto affascinate.


Le altre novità le lascio scoprire a voi, visitando il link che ho segnalato oppure il sito Create Your Style.

giovedì 19 agosto 2010

Pickles: maglia in puro stile scandinavo

Schemi a maglia gratis: confessiamolo, non ne siamo mai sazie... ne collezioniamo un numero indicibile, se poi dobbiamo cercarne uno non sappiamo dove mettere le mani! E comunque non ci bastano mai!
Oggi vi presento un blog norvegese in cui due appassionate di lana, cucito e cupcakes ci deliziano coi loro modelli in puro stile scandinavo: Pickles. Heidi e Anna sono proprietarie di un negozio di filati che porta appunto il nome di Pickles e offrono i modelli elaborati da loro a chiunque voglia provare a realizzarli. Oltre alla maglia anche modelli a crochet e di cucito. Lo stile è molto contemporaneo e pratico, la semplicità unita alla bellezza dei filati usati. Troverete anche molti modelli per bambini, dalle copertine ai maglioncini, come questo:

Tutte le immagini dal blog di Pickles

O questi deliziosi pantaloncini a righe



Accessori per tutti i gusti

lunedì 16 agosto 2010

Maglia: modelli gratis

Tutte le foto sono tratte da All about you

Passato ferragosto vi posso segnalare ancora una risorsa online per bellissimi modelli a maglia gratuiti, si trova sul portale dell'editrice di grandi magazine americani come Country Living, House Beautiful e Good Housekeeping. Il portale si chiama All about you, una specie di magazine anch'esso molto ben fatto, e i progetti del canale Craft sono uno più interessante dell'altro, spesso tratti da bei libri di craft come in Italia non si sono mai visti...


I modelli gratuiti sono davvero belli e soprattutto moderni, cosa abbastanza rara, alcuni di famose e quotate designer come Debbie Bliss, o della Rowan, ma sono ovviamente in inglese. Come sempre segnalo che esistono dei dizionari per tradurre i termini della maglia dall'inglese all'italiano, li trovate in questo post, insieme ad altri suggerimenti per trovare modelli gratis per la maglia.

Forme semplici

Modellare il filo metallico mi ha portato quasi inconsciamente a riflettere sulle forme, sull'armonia e la bellezza di alcune semplici forme che ci circondano, talmente ovvie che quasi non ci facciamo caso. Ma piega dopo piega, mentre tra le mani prendono forma fiori, cuori, spirali e cerchi rifletto sulla natura, sulla perfezione della semplicità.

La semplicità di un piccolo pendente in rame, lavorato a mano.
Montato su cordino con chiusura fatta a mano.

Un fiore, un cuore, una farfalla tra poco...
Simple things in Life...

lunedì 9 agosto 2010

Orecchini mezzo fiore

Questi orecchini ricordano dei ventagli o, se accostati, le ali di una farfalla. Ho usato la nota forma del fiore componendola solo parzialmente. Il vetro illumina il rame di sfumature dolci, giallo chiaro e rosa.

Vetro pressato e rame lavorato a mano. Monachelle fatte a mano.

Da un'altra prospettiva.



mercoledì 4 agosto 2010

Classifiche

In anteprima anche per me e per tutte voi che passate da qui la classifica Wikio di agosto per la categoria "Blog Creativi". Grazie a Florie che mi ha proposto di pubblicarla in anteprima per i miei lettori e mi ha dato così la possibilità di scoprire che ho scalato un paio di posizioni dallo scorso mese!!

1Mammafelice
2SCC BLOG
3One More Scrap - Italian Challenge Blog
4Roberta filava filava
5Pane, Amore e Creatività
6Beads and Tricks
7My scrappin' diaries and mixed media adventures
8Angolo del Country
9countrykitty
10ScrapTutorial
11Italy on Sunday
12zigzago
13Cuore di Maglia
14Decor e blablabla
15Rosi Jo'
16Pazza per le pezze
17kosenrufu mama
18Mani che creano
19ATTIMI DI LETIZIA
20Café Creativo
Classifica curata da Wikio

La classifica di Wikio si basa sul numero e l'importanza dei link, e non vengono conteggiati i blogroll, perciò più link si ricevono più si sale in classifica. Grazie a tutte le persone che mi hanno linkata quindi!

lunedì 2 agosto 2010

Madrepora e anticipazioni d'autunno

Da quando "navigo" in queste acque, quelle della creazione dei bijoux intendo, mi capita sempre più spesso di imbattermi nell'ignoranza più incredibile. Non tanto da parte di chi acquista, che ovviamente non è tenuto a sapere nulla sulle peculiarità dei materiali che gli piacciono, quanto da parte di chi vende i componenti e di chi li utilizza per la creazione di bijoux artigianali. Ho notato che spesso si danno per buone le scarsissime informazioni degli shop online, e si ripropongono pari pari diciture e descrizioni senza farsi alcuna domanda sulla provenienza e sulle caratteristiche dei materiali. Questa disinformazione passa direttamente a chi acquista e si diffonde a macchia d'olio anche tra le altre "manovali" del bijoux, che non si fanno alcuna domanda nella maggior parte dei casi, ma prendono per buone le cose scritte da altri in maniera approssimativa.
Probabilmente io ho dalla mia una certa curiosità che mi spinge sempre a volerne sapere di più su ciò che mi capita tra le mani, a cercare di essere sempre informata. E per cercare di fare un uso "pubblico" della mia curiosità vi anticipo che da settembre troverete una nuova rubrica qui sul blog: ci occuperemo insieme a Luca Ballarini (Artigianando.net) di sviscerare un po' di questioni, parlare approfonditamente di materiali e tecniche, sfatare alcuni miti... Luca è molto preparato e competente, e occasionalmente ci rivolgeremo ad altri creativi "esperti" per raccontarvi nella maniera più seria possibile qualcosa di più sui materiali che usate o che semplicemente vi piacciono (suggerimenti eventuali sui temi da trattare da inserire in scaletta sono molto graditi! Mandatemi una mail!).
Oggi vi do' un piccolo assaggio, parlandovi della madrepora. L'ho usata per realizzare una collana, insieme a cerchi fatti a mano in rame, e ho sentito dire che non bisognava usarla perché la madrepora "è corallo".


Mossa dalla mia solita avidità di informazioni ho fatto una ricerca per capire cosa sia in effetti la madrepora, ed ecco cosa è venuto fuori:
La madrepora non è una pietra, ma un animale, esattamente come il corallo, perciò non lo troverete classificato come minerale. Ma non è un corallo. Appartengono entrambe alla classe degli Antozoi ma sono differenti. Le madrepore, affini alle Attinie, producono uno scheletro di carbonato di calcio. La maggior parte del materiale che troviamo in vendita è proveniente dal sud-est asiatico, Taiwan o Indonesia o Cina, ed è materiale per il 95% stabilizzato. La madrepora ha una superficie piena di buchini simile ad una spugna (in inglese viene chiamato appunto sponge coral) che vengono riempiti di sostanze resinose o polimeri. Molte perline derivano inoltre da materiale pressato, cioè frantumato e poi amalgamato con resine per ottenere le forme desiderate. Adesso ci si può facilmente spiegare la larga diffusione di questo materiale e il prezzo abbordabile.
La madrepora è molto leggera, per cui anche componenti molto grandi, come quelli di questa collana, risultano molto facilmente indossabili.

Una grande piastra rettangolare in madrepora

Un altro particolare della collana: la chiusura e un anellino fatti a mano

Fonti:
Scheda Madrepora
Sfaccettature n. 12, pagg. 9-10

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails